22/10/2018

Ritorna anche quest’anno, con la sua sesta edizione, il consolidato contenitore culturale DonnAEdintorni. Tre appuntamenti a Palmanova, tra il 9 e il 16 marzo, per raccontare le donne, storie di lotta e diritti ma anche di amicizia, sentimento e solidarietà.

“Donne resistenti, un’intervista con la storia: le madri e le nonne di Plaza de Mayo”, una testimonianza-incontro con cui dare rilievo e memoria a due movimenti, declinati al femminile, che hanno fatto la storia dei diritti umani del secolo scorso. Venerdì 9 marzo alle 18.30, nel Salone d’onore del Municipio di Palmanova, saranno ospiti Carolina Rut Pesino e Elsa Pavon. La prima Psicoanalista e docente della facoltà di Psicologia dell’Universidad Nacional de Buenos Aires e presidente del comitato per la difesa della salute, dell’etica professionale e dei diritti umani. La seconda, Elsa Pavon, membro dell’Associazione “Madres de Plaza de Mayo – Linea Fundadora”, attiva e instancabile sostenitrice della tutela dei diritti umani. Ad introdurre l’incontro l’assessore regionale alle pari opportunità Loredana Panariti e l’assessore comunale Simonetta Comand. A coordinare i lavori Luana De Francisco, giornalista del Messaggero Veneto di Udine.

“Avremo la possibilità di conoscere, da testimonianza diretta, la storia, quella delle madri dei desaparecidos, i dissidenti scomparsi durante la dittatura militare in Argentina tra il 1976 e il 1983. Elsa Pavon ha dedicato la sua vita all’attivismo nel campo dei diritti civili per perseguire la verità sulla scomparsa dei figli e per rivendicare il diritto al ricongiungimento con i nipoti biologici. Una testimonianza toccante e profonda che potrà fare luce su un periodo complesso del nostro passato e che ha visto le donne attive sostenitrici di una lotta sociale per i diritti dei propri ​cari, diventando paradigma di lotta contro ogni oppressione” commentano l’assessore comunale alle pari opportunità Simonetta Comand e l’assessore alle cultura Adriana Danielis.

La testimonianza-incontro verrà replicata anche a Bagnaria Arsa il 12 marzo, a Udine il 13 e a Fiumicello il giorno seguente.

Erna_Vukmanic (Small)

Secondo appuntamento dedicato all’arte figurativa di Erna Vukmanic. Dal 10 marzo al 2 aprile, nella Polveriera Napoleonica di Polveriera di Contrada Garzoni, sarà allestita la mostra “Donne”. L’inaugurazione è prevista per sabato 10 marzo, alle 18.30.

La pittrice, curiosa indagatrice di quei segnali che provengono dalla lucida riflessione sul proprio modo di essere rispetto alle cose, alle situazioni, alle persone inserite nei proprii orizzonti di affetti e conoscenze. Uno scatto narrativo che fissa tipologie comportamentali dell’individuo e ne esalta gli effetti con un’intonazione caricaturale. La mostra sarà visitabile dal giovedì alla domenica, dalle 16 alle 19.

Ultimo appuntamento dedicato al teatro. Venerdì 16 marzo alle 20.45, andrà in scena “Calendar Girls” di Juliette Towhide e Tim Firth, con la regia di Cristina Pezzoli e la presenza di Anna Finocchiaro tra gli attori protagonisti.

Nata da un fatto realmente accaduto nello Yorkshire, le sei protagoniste della commedia decidono di realizzare un calendario in cui mostrano le loro grazie per raccogliere fondi per il reparto di oncologia del locale ospedale dove il marito di una di loro si è spento, vittima di un cancro. Un fatto di cronaca locale raccontato con tono agrodolce, mordendo la lacrima in agguato e trasformandola in sorriso.

Lo spettacolo rientra nella stagione di prosa del Teatro Gustavo Modena di Palmanova.

Share Button

Comments are closed.