26/09/2018

E’ giunto alle sue fasi conclusive PESCA, percorso di ricerca e sperimentazione sull’educazione alimentare nelle scuole, finalizzato al consumo consapevole di prodotti tipici e locali di qualità, finanziato nell’ambito della progettazione Interreg Italia-Slovenia, iniziato tre anni fa, con la partecipazione di dodici partner istituzionali italiani e sloveni e con il coordinamento del comune di Fiumicello.
Il progetto si è sviluppato sull’applicazione del metodo cognitivo sensoriale nell’educazione alimentare, sperimentando la degustazione continuata di sei piatti tipici (sei italiani e sei sloveni) da parte di oltre 1000 allievi di scuole primarie italiane e slovene.
I dati finali raccolte ed elaborate dalle due università coinvolte , quella di Trieste e di Lubiana, indicano che il metodo congnitivo-sensoriale è applicabile con successo in ambito scolastico, con particolare riferimento agli allievi più giovani

In questi giorni si tengono iniziative conclusive per la presentazione dei risultati. Dopo la conferenza di pochi giorni fa organizzata dall’istituto KGZS di Nova Gorica partner del progetto PESCA nel castello di Prem in Slovenia, sabato 4 ottobre a Gorizia, nell’aula magna dell’Università di Trieste, in via Alviano, si terrà un workshop aperto al pubblico organizzato dalla Lega delle Cooperative, anche questa partner del progetto, che presenterà insieme a PESCA anche l’iniziativa OGV come modello di promozione del prodotto locale. I lavori saranno aperti dai sindaci di Gorizia e di Fiumicello, Ettore Romoli ed Ennio Scridel.

Share Button

Comments are closed.