21/01/2018

Sono oltre 92 mila e 700, di cui oltre 2 mila solo nell’ultimo mese, le iscrizioni a Garanzia Giovani Veneto al 31 maggio 2017. Il 96% di queste, ovvero pressoché la totalità, si sono tradotte in adesioni effettive che si concretizzano nella stipula del Patto di servizio necessario per essere presi in carico e ricevere assistenza dalla rete di Youth corner pubblici e privati distribuiti sul territorio regionale, gli Youth corner sono sportelli abilitati dal ministero del lavoro per consentire ai giovani di fruire dei servizi della Garanzia Giovani. I numeri principali emergono dal nuovo report di monitoraggio, a cura di Regione del Veneto e Veneto Lavoro, sulla iniziativa comunitaria riservata ai ragazzi di età compresa tra i 15 e i 29 anni, che non studiano e non lavorano.

“I dati espressi nell’ultimo report di Garanzia Giovani Veneto non fanno altro che confermare la qualità e la lungimiranza dei nostri interventi – commenta l’assessore regionale alla formazione e al lavoro, Elena Donazzan – Non a caso nell’ultimo Comitato di Sorveglianza POR-FSE 2014/2020 abbiamo ricevuto il plauso della Commissione europea che ha visto nella Regione del Veneto un interlocutore serio e concreto, capace di accompagnare e valorizzare il capitale umano e le imprese del territorio. Non dobbiamo adagiarci sugli allori – aggiunge Donazzan – ma continuare sul cammino intrapreso già da qualche anno per dare il nostro apporto di crescita e innovazione al tessuto economico e produttivo regionale”.

Il report mensile è stato recentemente oggetto di una revisione grafica e testuale che ha l’obiettivo di diffondere un documento snello e di facile lettura, che possa fornire informazioni essenziali sull’andamento del Garanzia Giovani in Veneto, demandando ad approfondimenti periodici più complessi l’analisi di tendenze specifiche.

Nel nuovo report è dunque possibile consultare dati generali sulle attività svolte nell’ambito di Garanzia Giovani e gli indicatori più significativi (adesioni, patti di servizio, attività erogate, bonus occupazionali utilizzati, ecc.), analizzare il percorso svolto dal giovane all’interno del Programma, dall’adesione fino alla chiusura del patto, e conoscere il numero di quanti hanno trovato lavoro dopo l’adesione, oltre al numero di tirocini attivati.

Ad oggi risultano essere 46.823 i giovani che hanno trovato lavoro dopo l’adesione al programma, con diverse tipologie di contratto: il 34% di loro a tempo determinato, il 24% con apprendistato, il 21% con contratto di somministrazione e il 12% a tempo indeterminato.

La provincia di Vicenza è quella in cui si sono concentrate maggior le assunzioni (18%), seguita da quelle di Treviso e Padova (15%).

In totale sono state 45.402 le attività totali svolte a favore dei giovani, tra orientamento specialistico, formazione per l’inserimento e il reinserimento lavorativo, accompagnamento al lavoro e tirocini.

Il report di Monitoraggio di Garanzia Giovani Veneto di giugno 2017 è disponibile nella sezione dedicata del sito www.garanziagiovaniveneto.it.

Share Button