16/01/2018

Essendo nata alla fine del 1927 in un gruppo di artisti, una famiglia intera sul palcoscenico, quando tra prove e spettacoli si viveva sopra e sotto il palco, possiamo dire che tutti i suoi novant’anni li ha trascorsi nell’arte.

ERN VITTORINA LANFREDI 0Il 29 dicembre 2017 è stato festeggiato il novantesimo compleanno dell’attrice e regista Vittorina Lanfredi. Quasi impossibile trascrivere il curriculum di quest’artista che giunse in Friuli negli anni 50 con la famiglia di teatranti e che ha collaborazioni con personaggi del calibro di Sergio Fantoni, Gorni Kramer e molti altri. Buona parte degli artisti del Friuli Venezia Giulia l’hanno festeggiata con un brindisi: Beppe Lentini, Rocco Burtone, Italo Nicoletti, Italo Tavoschi, Vittorina Lanfredi, Giorgio Braidotti, Giorgio di Lena e altri ancora.

Il successo in Friuli Venezia Giulia iniziò presumibilmente a Pontebba (UD) nel luglio del 1960 con la compagnia Bixio & Nicoletti. Presentarono lo spettacolo di varietà Carlino Show. La rivista, l’avanspettacolo, i recital musicali allora riempivano le sale, tra un film e l’altro. Carlino è il capocomico Bixio Lanfredi, mentre il ruolo di soubrette spetta a sua figlia Vittorina, affiancata dal marito Franco Nicoletti. La seconda cantante-ballerina è l’altra figlia, Wanda Bixio, ma nel cast ci sono anche mamma Gianna Rossetti e il marito di Wanda, Gino Guidetti.

La tradizione si protraeva nel tempo e come una malattia infettava tutti i membri della famiglia, anche quelli acquisiti, con le discendenze artistiche, di padre in figlio e nipote, tramandate fin dai tempi della commedia dell’arte. Vittorina Lanfredi imparòdai genitori, essendo cresciuta sulla scena: prosa, musica, danza, cabaret. Un gruppo artistico familiare, venuto da fuori, ma che in Friuli portò Shakespeare e Pirandello, nelle scuole, nelle caserme e nei teatrini di paese.

Vittorina ebbe la sua prima parte appena cinquenne e già a quattordici anni era la “seconda donna” della compagnia e a 20-22 aveva ruoli di primo piano nei classici di Pirandello, D’Annunzio, Sem Benelli. Contrasse matrimonio con Franco Nicoletti nel 1948, a Ugovizza (UD), anche lui artista e seguace nella compagnia di Bixio Manfredi, che poi diverrà suo suocero.

A Udine la famiglia Lanfredi-Nicoletti esordì nel 1950, presso il cinema teatro Cristallo, dove si alteravano compagnie locali, ma si esibirono anche Cochi e Renato, Tamara Baroni, Antonio De Vico e tanti altri più o meno noti. L’avanspettacolo nel dopoguerra trovava spazio soprattutto nelle caserme e questo il motivo dello stabilirsi in regione della famiglia / compagnia Manfredi.

Dopo la scomparsa del marito Franco Nicoletti, il 14 dicembre 2008 volevo lasciare definitivamente il palco, mentre gli amici e collaboratori gli diedero la forza necessaria per continuare. Tra i collaboratori più assidui il musicista udinese Rocco Burtone, conosciuto negli anni ’70 e fino a qualche estate fa, la coinvolse in spettacoli serali estivi all’aperto con Rocco colonna sonora e lei cantante e ballerina irresistibile con Bettina Carniato: «Siamo come le lucciole… ».

Arno Barzan non poté partecipare ai festeggiamenti, ma ha voluto ricordare con Francesca Smiraglia, Daniela Del Mistro, Ermes Ghirardini, Romano Todesco, Cristina del Tin e Lucia Barricelli che insieme ad Arno hanno collaborato con Vittorina, tirando fuori una foto di un suo concerto di soli due anni fa con Vittorina sul palco.ERN VITTORINA LANFREDI 2 “Penso faccia capire bene quanto sia difficile tenerla ferma”.

Marco Mascioli

Share Button