18/12/2018

L’abbinamento pianoforte-tromba è la formula che il Festival Internazionale di Musica Nei Suoni dei Luoghi in collaborazione con l’Istituto Rittmeyer per i Ciechi propone per il secondo Concerto al buio di questa stagione, in programma nella sede dell’istituto in viale Miramare lunedì 3 dicembre 2018 alle ore 19.30. Il concerto sarà preceduto alle 18.00 da una presentazione con aperitivo a buffet. Ci sono ancora posti disponibili, la prenotazione è obbligatoria telefonando al numero 0432532330.
il Prossimo appuntamento di Nei Suoni dei Luoghi: sabato 29 dicembre, ore 21.00 alla Casa della Gioventù in piazza Unità a Tarvisio con il concerto di chiusura del Festival in collaborazione con il Conservatorio di Musica Tartini di Trieste: protagonista sarà il pianoforte di Teodora Kapinkovska.

Il duo Mauro Costantini (pianoforte) – Francesco Minutello (tromba) nasce dall’incontro di due musicisti che fanno del loro comune background musicale un punto di partenza per creare un percorso sonoro che spazierà dalla musica classica al jazz, dal sacro al profano, passando attraverso l’improvvisazione estemporanea scaturita dalle emozioni provate durante l’esibizione. La serata quindi si svilupperà tramite composizioni originali suonate in duo (In a sentimental duo, Present Moment) e singolarmente (Minutello in Trumpet DNA, Costantini in 88 fingers), passando tramite le musiche di Lucio Dalla (Caruso), Churchill (Someday my prince will come), Morricone (Nuovo Cinema Paradiso), Weill (Mack the knife) per chiudere poi con l’immortale Imagine di John Lennon.

Mauro Costantini intraprende gli studi scolastici e musicali alla scuola speciale per non vedenti Rittmeyer di Trieste, dove ha vissuto dal 1969 al 1982, proseguendo il percorso accademico musicale nei conservatori di Trieste e Milano, conseguendo il diploma in pianoforte sotto la guida del pianista non vedente A. Colombo. Affianca al pianoforte l’utilizzo dell’organo Hammond, del quale ha approfondito le modalità esecutive.
Svolge l’attività di compositore, arrangiatore, esecutore e didatta freelance alla quale affianca quella di consulente informatico per la disabilità visiva occupandosi dello sportello formativo/informativo per non vedenti e ipovedenti, alla Comunità Piergiorgio Onlus di Udine. Collabora con l’Associazione Disabili Visivi di Roma, occupandosi fino al 2009 della redazione della rivista musicale ”Pentagramma”. Dal 2015, grazie all’interazione fra la Comunità Piergiorgio e l’Istituto musicale Vivaldi di Monfalcone, è impegnato nella promozione di un progetto che fonde il tema della musica con quello della disabilità.

Francesco Minutello entra all’età di sei anni nella scuola di musica S. Cecilia di Portogruaro iniziando, due anni dopo, lo studio della tromba, diplomandosi nel 2005 al Conservatorio di Adria e intraprendendo la strada jazzistica studiando con Markus Stockhausen. Nel 2012 si laurea con il massimo dei voti e la lode al biennio superiore di jazz al Conservatorio di Rovigo. Nel corso degli anni ha partecipato a numerosi Festival e Rassegne come Vicenza Jazz, Udin&Jazz, Strofe Dipinte di Jazz, Jazz by the Pool, The Nightfly. Attualmente, oltre a svolgere un’intensa attività concertistica con varie formazioni Jazz, è leader del progetto ”F.M. 4tet”. Nel corso degli anni ha collaborato con molti musicisti e direttori, come Marco Tamburini, Alfonso Deidda, Paolo Birro, Roberto Spadoni, Poul Jeffrey, Billy Hart. Attivo anche in ambito pop, soul e funk collabora con i cantanti italiani Marco Mengoni (con il quale registra due dischi e partecipa ai tour #MengoniLive2015 e 2016 e MTV World Stage 2015) e Giorgia (Oronero Live Tour 2018).

Share Button

Comments are closed.