17/09/2019

Tre capolavori per un quartetto: violino, viola, violoncello e pianoforte saranno i protagonisti dell’appuntamento di martedì 21 agosto 2018 alle 21.00, alla Chiesa di Santa Chiara presso l’Educandato Uccellis (Udine). Proposto dal Festival Internazionale di Musica Nei Suoni dei Luoghi, realizzato con il sostegno della Regione Fvg, il concerto è organizzato in collaborazione con il Comune di Udine e la Fondazione Luigi Bon nell’ambito della rassegna ”Armonie in Corte”. La serata vedrà l’esibizione del Quartetto Werther (Misia Iannoni Sebastianini al violino, Martina Santarone alla viola, Simone Chiominto al violoncello e Antonino Fiumara al pianoforte) che proporranno capisaldi del repertorio per quartetto con pianoforte. Il primo è un’incursione del giovane Gustav Mahler nell’ambito della musica da camera, il secondo è un quartetto schumanniano di classica leggerezza e il terzo è il meraviglioso quartetto di Fauré, che con sublime ambiguità si muove entro i confini di una scrittura ritmica ancora ottocentesca arricchendola di contenuti moderni. Biglietto unico 8 euro acquistabile alla Chiesa di Santa Chiara la sera stessa del concerto a partire dalle ore 20.00. Per informazioni: Fondazione Luigi Bon, 0432/543049.

Il Quartetto Werther viene fondato a Roma nel 2016 da quattro giovani musicisti. Ognuno con importanti e rilevanti esperienze cameristiche alle spalle, i componenti alternano l’attività cameristica a quella solistica ottenendo premi e riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali ed esibendosi per alcuni dei più importanti enti musicali italiani. Vincono i primi premi assoluti nel XV Concorso Città di Magliano Sabina, nel XVIII Concorso Rivera Etrusca di Piombino e nel XIV Concorso Giulio Rospigliosi di Lamporecchio. Perfezionatosi nel 2016 alla Scuola di Musica di Fiesole sotto la guida del Trio di Parma, il Quartetto collaborerà dal prossimo anno con l’Associazione ”Musica con le Ali”, debuttando in Russia per il Moscow International Musical Arts Center, cui seguirà un tour di concerti nelle città di Como, Bologna, Firenze e Venezia.

 

PERCUSSIONI A CERVIGNANO

Una serata tutta dedicata al più antico modo usato dall’uomo per produrre musica, ovvero le percussioni: molti autori vi hanno dedicato pagine che si comporranno in un mosaico di voci nella serata di mercoledì 22 agosto, alle 20.45, a Villa Bresciani Attems Auersperg di Cervignano del Friuli (in caso di maltempo, al Teatro Pasolini), inserita nel calendario del Festival Internazionale di Musica Nei Suoni dei Luoghi . Protagonista della serata, realizzata in collaborazione con il Comune di Cervignano e il Conservatorio di Musica Tartini di Trieste, sarà il duo Marco Viel e Ivan Boaro. Il concerto è accessibile alle persone con disabilità, e sarà preceduto, alle 20.00, dalla visita guidata alla cappella gentilizia della Villa, a cura del Gruppo Archeologico Aquileiese.

 

Durante il concerto si alterneranno brani originali e trascrizioni di opere celebri, come il Preludio dalla Suite Inglese n. 2 in la minore di J. S. Bach, che verranno eseguiti da diversi strumenti come marimba, vibrafono, tamburo e rullante. Il pubblico potrà così apprezzare i diversi timbri delle percussioni, che raramente si possono ascoltare in veste solistica.

Marco Viel intraprende lo studio degli strumenti a percussione al Conservatorio Tartini di Trieste. La sua attività concertistica comprende performance solistiche, da camera e orchestrali in Italia, Austria, Slovenia e Croazia. Si è esibito con numerose orchestre tra cui la Filarmonica del Teatro Verdi di Trieste, il Trieste Wind Ensemble Project, la Civica Orchestra di fiati Verdi, l’Orchestra Giovanile S.Giusto. Dal 2013 fa parte del Gruppo Percussioni Trieste, con il quale si è esibito anche in veste di solista in numerosi concerti in Friuli Venezia-Giulia e in Molise. Ha partecipato con successo a numerosi concorsi, tra cui il Concorso Internazionale Giovani Musicisti Città di Treviso nel quale ha conseguito il primo premio, e il premio Roberto Di Cecco per i migliori studenti del Tartini di Trieste. È risultato vincitore del primo premio assoluto al Concorso Internazionale “Città di Palmanova”.

È studente del Tartini anche Ivan Boaro (attualmente frequenta il terzo anno del triennio accademico di I livello). Collabora per la Nuova Orchestra da Camera Busoni di Trieste e l’Orchestra Filarmonica Città di Monfalcone come timpanista e come percussionista con l’orchestra della Fondazione Teatro Lirico Verdi di Trieste e con la Mitteleuropa Orchestra. Come solista è risultato vincitore del primo premio assoluto al V° Concorso Internazionale Città di Palmanova e del primo premio al X° Concorso Internazionale Giovani Musicisti di Treviso. Fa parte dell’ensamble di percussioni “XQTrio”, formatosi all’interno del Conservatorio di Trieste, e attualmente è insegnante di batteria e percussioni all’associazione ARSound di Tissano, alla scuola di musica della Nuova Banda di Carlino e alla banda Garzoni di Gonars.

Share Button

Comments are closed.