19/01/2018

Precipitazioni abbondanti hanno interessato il territorio veneto e gli eventi meteo vengono costantemente monitorati dalla Protezione Civile regionale che ha raccolto diverse segnalazioni.
Nel territorio del comune di Feltre si sono verificati allagamenti in una scuola per l’infanzia di Pasquer e in alcune strade, oltre ad alcuni piccoli smottamenti.
In contatto con Veneto Strade, è stata registrata una colata sulla S.P. 3 in Comune di Gosaldo nel bellunese ma il problema è stato risolto e la strada è stata riaperta. Rimangono chiusi invece i passi per pericolo valanghe e nella giornata di domani sono previsti possibili interventi di distacco artificiale.
Per quanto riguarda la situazione dei corsi d’acqua, la Protezione Civile segnala che rimane sopra la terza soglia idrometrica il torrente Astico a Lugo di Vicenza, mentre sono sopra la prima soglia, ma in calo, il Brenta a Barzizza, l’Agno a Recoaro e a Ponte Brogliano, il Guà ad Arzignano, il Monticano ad Oderzo, e il Piave a Segusino. A Nervesa il Piave è su valori elevati, ancora in crescita.
Per quanto riguarda la frana di Perarolo, nel bellunese, continua il monitoraggio dal quale si stanno rilevando incrementi degli spostamenti e il livello di allerta è stato portato ad arancione. Il Centro operativo comunale (COC) per la gestione dell’emergenza è attivato e la frana è controllata a vista con volontari h24. Il costante monitoraggio – informa la Protezione Civile della Regione – permetterà di valutare l’eventualità di modificare il livello di allertamento.
Le segnalazioni riguardano anche l’Alpago dove il livello dell’acqua sul ponte delle Schiette è ancora in aumento. Le pompe sono in funzione. L’ENEL ha sospeso il rilascio del deflusso su richiesta del Genio Civile, ma il lago ha ancora buoni margini di carico. Verrà attivato, anche nella notte, il monitoraggio a vista del livello del canale.

Share Button