26/05/2018

Treviso per un giorno è tornata all’anno domini 1517 per l’evento promosso dal Comune con la collaborazione dell’associazione Fabula Docet che celebra i Cinquecento anni delle mura cittadine: uno spaccato di vita rinascimentale tra Porta Santi Quaranta e varco Caccianiga. Il ricco programma della tre giorni d’epoca si è aperto con l’inaugurazione della mostra dedicata all’ “Arme da pugna”, ospitata dalla Sala d’Armi di Porta Santi Quaranta. Cinquecento “a più non posso”, dunque: un periodo affascinante, esaltato dalla presenza di centinaia di figuranti in costume che hanno donato il tocco in più alle passeggiate guidate alla scoperta delle mura “nuove”.
A completare lo spettacolo le esibizioni di scherma storica, dal grande impatto visivo, oltre che sonoro. Clou della giornata, la rappresentazione itinerante di scena tratta da alcune opere “venete” di Shakespeare, con la compagnia Teatro Idea. Dall’Antica Osteria al Cavallinio con “La bisbetica domata” si è proseguito nel Borgo con altre scene tratte da “Romeo e Giulietta”, “Il Mercante di Venezia” e “Otello”.

Share Button

Comments are closed.