22/04/2018

Una sala affollata da personalità sportive, associazioni e atleti ha animato lo storico Caffè Caucigh di Udine per seguire l’incontro e il dibattito sul tema della coesione sportiva legata al territorio e alle necessità delle associazioni.

In linea con il tema “ascoltare le associazioni” ad aprire la serata è stato il Cavalier Bernardino Ceccarelli presidente del Martignacco Volley neo campioni di Coppa Italia, con l’auspicio che l”’assessore allo sport del Comune di Udine incontri le società sportive, intervenga sugli impianti attraverso la costruzione di nuove palestre prendendo spunto da quanto viene fatto all’estero. Da noi ne è un esempio la struttura di Martignacco che riesce a ospitare diverse attività contemporaneamente e dando attenzione alla presenza e al coinvolgimento degli alunni delle scuole primarie e secondarie”.

a (Small)

Il candidato Alessandro Talotti ha elencato i sette punti del suo programma: sostegno alle società, disabili, anziani, scienze motorie, no bullismo, scuola e impianti sportivi, aprendo un confronto sulle realtà estere che hanno la capacità di far coesistere e promuovere tra loro le diverse attività sportive, perché praticare sport è importante non solo per la salute e il benessere, ma è un forte veicolo di aggregazione e coesione sociale soprattutto tra i giovanissimi. Un concetto ampiamente condiviso dal presidente del consiglio regionale Franco Iacop che ha sottolineato “l’importanza dello sport come elemento che valorizza il territorio. Il programma di Talotti che vede Udine come modello di città sportiva è un presupposto importante per creare coesione tra i cittadini, favorire l’attività sportiva e dare supporto alle associazioni”. A chiudere l’incontro il professor Flavio Pressacco che ha definito lo sport “come mezzo di espressione di un linguaggio universale” e Venanzio Ortis che, da parte sua, ha ribadito “l’urgenza di rappresentatività dell’istituzione territoriale udinese nelle decisioni centrali regionali”.

Share Button