19/10/2018

Un’esplosione di solidarietà. “Lignano c’è”. E lo ha dimostrato con la grande partecipazione registrata venerdì, durante la serata dedicata alla pasta all’amatriciana, preparata dalle associazioni e degli imprenditori di Lignano Sabbiadoro, per raccogliere fondi da destinare alle zone colpite dal terremoto del 24 agosto.

le-tavolate-small

Un successo che ha permesso di raccogliere, sia con le donazioni effettuate durante la serata, che nel conto corrente dell’associazione Lignano in Fiore Onlus, “regista” dell’evento, una bella cifra, pari a oltre 9.000 euro, interamente utilizzati per l’acquisto di materiale che verrà consegnato, direttamente dagli organizzatori, alle persone che vivono nelle zone colpite dal sisma.

Molte le associazioni e gli imprenditori che hanno aderito all’iniziativa, chi fornendo la collaborazione logistica e chi le materie prime. A conferma che la solidarietà può arrivare anche da quanti, per mestiere, si occupano di vacanze, relax e divertimento, ma non restano indifferente davanti al dramma delle migliaia di persone che dal 24 agosto scorso, dopo il terribile sisma che ha colpito il centro Italia, hanno perso tutto.

L’evento, curato dalle associazioni di Lignano Sabbiadoro, con la collaborazione della ConfCommercio, il Consorzio Spiaggia Viva – Cuore di Lignano, i Consorzi Lignano Holiday e Parchi Tematici di Lignano e la parrocchia, è stato realizzato all’interno del parco di San Giovanni Bosco, davanti alla chiesa di Sabbiadoro e ha visto la partecipazione, non solo dei lignanesi, ma anche di numerosi turisti, felici di collaborare alla riuscita di un’iniziativa solidale così importante. E c’era anche una signora di Accumuli sopravvissuta al terremoto, in questi giorni ospite a Lignano, per un periodo di vacanza.

 

Share Button

Comments are closed.