21/09/2018

La Slovenia ha avuto il più alto tasso di attività economica dei cittadini extracomunitari nell’Unione europea nel 2015, secondo i dati forniti dall’ufficio statistiche Eurostat. E ‘stato anche uno dei nove membri dell’UE in cui il tasso di attività dei cittadini non-UE è superiore a quello dei cittadini dello Stato membro. Il tasso di attività degli sloveni era al 75,7% dello scorso anno, mentre il tasso di attività dei cittadini non comunitari era all’83,5%. Oltre a Slovenia, anche Grecia, Slovacchia, Italia, Spagna, Cipro, Portogallo, Repubblica Ceca e Ungheria hanno tassi di attività più elevati tra i cittadini non comunitari che tra i cittadini. Nel 2015, la quota di popolazione economicamente attiva in Europa – che è la quota di occupati e disoccupati – si trovava in media appena al di sotto del 70% per i cittadini non comunitari di età compresa tra i 20 ei 64, mentre il tasso di attività è superiore al 77% per i cittadini del paese di appartenenza.

Share Button

Comments are closed.