29/01/2020

Nato alla fine del 2010 da un gruppo di amici che ha pensato, tra lo scherzo e la follia, di trovarsi per correre coi numeri 1. Non nel senso sportivo del termine, bensì perché arrivava il 2011, così partirono alle 11,11 per percorrere 11 chilometri e 111 metri. Non una competizione, bensì un allenamento goliardico per iniziare l’anno sportivamente e scambiarsi gli auguri condividendo gli avanzi del cenone. Poi arrivò il 2011 + 1, quindi +1, +1, +1, +1, +1, +1 e così via sino ad arrivare a questo 1° gennaio 2020 con nove 1. 

Prima delle 11 di mattina erano diverse centinaia al campo sportivo comunale per partire tutti insieme e affrontare un circuito segnalato che consentiva ai partecipanti di passeggiare all’andatura preferita, attraversando il centro di Codroipo, raggiungendo Villa Manin, superando il parco delle Risorgive prima di chiudere in bellezza rifocillandosi all’interno del campo polisportivo.

La corsa dell’1! Solo per numeri 1 ed.’11+1+1+1+1+1+1+1+1+1. Non essendo una gara ufficiale, bensì solo una passeggiata amichevole e divertente, non c’era una quota d’iscrizione e nemmeno regole ufficiali da seguire. Ci si ritrovava liberamente, portando con se cibo e bevande, per iniziare l’anno nuovo correndo, oppure camminando, con bambini, anziani, cani, gatti e amici, per smaltire parte delle cibarie ingurgitate durante le feste, prima di affrontare gli ultimi panettoni, pandori, torroni e, se avanzati dalla notte del veglione, magari anche le pizzette o i cannelloni e soprattutto le lenticchie!

La manifestazione è diventata sempre più importante, con un numero di partecipanti che ha visto una crescita impressionante e, siccome si tratta del mattino del 1° gennaio, direi quasi incredibile. Non si sa il numero preciso, ma anche quest’anno abbiamo visto centinaia di persone al via per affrontare i due percorsi: il principale di 11 chilometri e 111 metri e quello alternativo di circa 6 chilometri. 

Gli organizzatori hanno preparato Thè caldo per tutti, tanto da evitare rischi di assideramento, dato che a Codroipo, anche il primo gennaio, nessuno sudava. 

Non è una gara, non ci sono premi ne medaglie, non c’è iscrizione e chiunque poteva ciò che vuoleva per il rinfresco finale, da condividere tra gli auguri. Gli sportivi folli della Numar1ning non si fermano in nessun caso (non esistono condizioni avverse, ma atleti arrendevoli), corridori, marciatori o semplicemente gente che ha piacere e bisogno di smaltire il cibo eccessivo delle festività ha avuto una giornata davvero splendida. Culle con neonati, cani al guinzaglio, ma anche professionisti riconoscibili dalle tute che approssimativamente costano quanto un’automobile. 

La gente è giunta a Codroipo da ogni parte del Friuli Venezia Giulia, Veneto e Paesi limitrofi, giacché ormai è una tradizione la Numar1ning, giunta alla nona edizione (la corsa dei numeri 1). Una passeggiata tra amici ma ben organizzata, con segnaletica, video del percorso disponibile da alcuni giorni prima, anche se molti corridori avevano già corso negli anni precedenti.

La Numar1ning non è una competizione sportiva, bensì un incontro di persone nel corso del quale ognuno è responsabile per sé, nel pieno rispetto del Codice della Strada, del traffico e della presenza altrui. La Numar1ning è la passeggiata del primo dell’anno a Codroipo, con iscrizione “alimentare” portando tutti gli avanzi del capodanno. Ci sono tante corse, marce e passeggiate ovunque durante tutto l’anno, ma la Numar1ning tornerà sicuramente il prossimo primo gennaio.

Marco Mascioli

Share Button

Comments are closed.