17/11/2018

La percentuale di bambine e ragazze che pratica uno sport nella fascia d’età tra i 6 e 14 anni è di circa il 50%, ma si tratta di una percentuale che cala drammaticamente nelle fasce di età precedenti e seguenti (è del 23% tra i 5 e i 6 anni, e del 30,7% attorno ai 18, secondo i dati Coni riferiti all’anno 2016).

Si tratta di un dato che non può essere sottovalutato dagli amministratori locali: per questo le assessore Raffaella Basana (Sport, educazione e stili di vita) e Cinzia Del Torre (Bilancio ed efficienza organizzativa con delega alle Pari Opportunità) propongono, mercoledì 12 aprile 20127 alle 10.00 nella Sala Ajace di Palazzo D’Aronco una riflessione sul ruolo della Donna nello Sport aperta alle scuole secondarie di secondo grado, associazioni sportive e cittadinanza.

La giornata sarà anche l’occasione per visitare la mostra fotografica “La Forza delle Donne” della fotografa Erika Zucchiatti, un racconto per immagini delle donne sportive friulane, nonchè le tavole del progetto CartaFumetto UISP – rielaborazione a fumetti della carta europea dei diritti delle donne nello sport.

«Come previsto nel primo articolo della carta etica dello sport, di recente approvazione consigliare, il Comune di Udine sostiene che l’esperienza sportiva debba costituire un diritto di tutte le persone, a tutti i livelli – commenta l’assessore allo Sport e Stili di Vita Raffaella Basana – Con questo evento desideriamo promuovere un confronto in particolare sul tema dei diritti delle donne nello sport coinvolgendo il mondo scolastico e quello sportivo per superare gli ostacoli ancora esistenti in questo campo».

«Ci sono, nel nostro territorio, atlete eccezionali che vogliamo ringraziare per il loro impegno e far meglio conoscere alle giovani generazioni – aggiunge l’assessore alle Pari Opportunità Cinzia Del Torre – Da molto tempo il Comune è impegnato per valorizzare lo sport femminile, che ha sempre maggiori difficoltà, rispetto a quello maschile, ad ottenere sponsor e visibilità mediatica».

forza donne

Ad aprire il convegno saranno, oltre alle assessore Del Torre e Basana, il sindaco di Udine Furio Honsell, Giuseppe Napoli (Presidente Federsanità Fvg), e Giorgio Brandolin (Presidente Coni Fvg). La riflessione verterà sul tema dei diritti delle donne nello sport, con la presenza della responsabile delle Politiche di Genere della Uisp Manuela Claysset, della presidente del comitato Uisp Fvg Elena Debetto, del professore Associato di Economia e Gestione delle Imprese dell’Università di Udine Michela Cesarina Mason (delegata dell’università sui temi dello sport) e di Katia Serra, opinionista TV, ex calciatrice della nazionale e responsabile AIC calcio femminile.

Parteciperanno testimonial femminili d’eccezione con le quali gli studenti avranno modo di confrontarsi

Saranno presenti alla mattinata di riflessione Michela Brunelli, campionessa paralimpica di tennistavolo, Elisa Camporese, centrocampista del Tavagnacco e della Nazionale Italiana, Marzia Caravelli, specialista dei 400 ostacoli, Elena Cecchini, ciclista su strada (campionessa negli ultimi tre anni nella categoria elite), Nicol Fedele, campionessa di parapendio, Mara Navarria, schermitrice olimpica italiana, Francesca Nobile, calciatrice dell’Udinese Calcio femminile, Desirè Rosit, specialista nel salto in alto, campionessa italiana assoluta in carica e Giada Rossi, campionessa paralimpica di tennistavolo.

L’intento dell’incontro è quello di condurre ragazzi e ragazze a fare un percorso che li porterà a guardare alla “donna” con più rispetto sottolineando l’importanza dei giovani, e della scuola, nei processi di cambiemento della società e nell’eliminazione delle disparità fra uomini e donne sia nello sport che nella società civile.

Al termine della conferenza saranno conferiti meritati riconoscimenti alle atlete che si sono particolarmente distinte negli ultimi campionati studenteschi.

Saranno quindi premiate la squadra di Beach Volley campionessa l’Italia del Liceo Percoto (composta da Anna Comuzzo, Giulia Pellicchia e Sara Comuzzo), le prime tre qualificate nel campionato di Duathlon (Alice Riebler, Sara Balloch, Agnese Pecoraro) e la staffetta Duathlon (Jakob Podversic, Sara Balloch, Jacopo Capellari, Alice Riebler) detentrice del titolo Italiano.

Sarà poi assegnato un riconoscimento per le brillanti prestazioni ottenute anche a Beatrice Cal, campionessa di ciclismo non vedente, e Sara Gama, calciatrice triestina difensore del Brescia e della Nazionale Italiana, atlete segnalate dall’Università degli Studi di Udine.

Share Button

Comments are closed.