22/07/2018

È stata aperta ufficialmente  “A tu per tu con Giotto – Alla scoperta della Cappella degli Scrovegni”, la mostra che ha portato a Palazzo Sarcinelli, a Conegliano, per la prima volta in provincia di Treviso, la realizzazione in scala 1:4 della Cappella degli Scrovegni con la riproduzione ad alta definizione di tutti gli affreschi di Giotto.   L a “rappresentazione” curata ed ideata dal  professor Roberto Filippetti   ha avuto oltre 140 allestimenti in tutta Italia e presentazioni con videoproiezioni non solo in Italia ma in tutto il mondo.

A fare da guida per la prima visita  Filippetti, ma nei prossimi giorni toccherà ai 35 studenti di cinque istituti superiori di Conegliano e Pieve di Soligo accompagnare i visitatori, sia studenti che normali cittadini, in un viaggio alla scoperta di uno dei più affascinanti capolavori del pittore e architetto fiorentino. la storia di Maria e di Gesù lungo 36 scene scandite in tre macrosequenze di 12 episodi ciascuna. Scenografia spettacolare, il cielo stellato composto con la preziosissima azzurrite e formato da ben 800 stelle a 8 punte.

“Una location prestigiosa e un allestimento impeccabile, ma soprattutto l’inizio di un’avventura entusiasmante perché tutta tesa a valorizzare un sano protagonismo giovanile – ha commentato il professor Filippetti – per oltre un mese gli studenti delle scuole superiori del coneglianese racconteranno la grande bellezza squadernata da Giotto ad altri studenti ma anche a bambini e ragazzi più piccoli e, perché no a genitori e nonni.

Questa mostra è stata voluta per avere tutto il tempo di entrare nella sinfonia dei particolari di questo colossal cinematografico di 700 anni fa, la storia di Maria e di Gesù lungo 36 scene scandite in tre macrosequenze di 12 episodi ciascuna con   Scenografia spettacolare, girato da Giotto a Padova, dove per ammirare l’originale c’è solo un quarto d’ora, mentre qui a Conegliano c’è la possibilità di stare tutto il tempo che il monumento, richiede e merita.

la mostra è aperta tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 19, con chiusure il giorno di Natale e il 1° gennaio e aperture solo la mattina, dalle 9 alle 12, il 24 dicembre e il 31 dicembre. L’ultimo giorno per visitare la mostra sarà il 10 gennaio.

A gestire l’evento coneglianese è Maratona di Treviso insieme al Centro Culturale Humanitas e a Comunione e Liberazione Diocesi Vittorio Veneto, con il supporto e il patrocinio del Comune di Conegliano. L’iniziativa si avvale della collaborazione della Regione Veneto (Assessorato all’Istruzione) e dell’Ufficio Scolastico regionale del Veneto.

Share Button

Comments are closed.