24/04/2018

Tra le tappe obbligate dell’estate, il Festival di Majano, al suo 57mo compleanno, apre il 22 luglio e chiude il 15 agosto, con lo spettacolo pirotecnico…ma è pirotecnico l’intero programma. Dalla musica, rock, rap e metal  con i Litfiba e il loro nuovissimo “Eutopia Tour” (sabato 22 luglio),  il rapper Salmo e il suo “Hellvisback Tour” ( 28 luglio) e  l’opening act di  Fred De Palma.

BeFunky Collage-3

Il 7 agosto  i due pesi massimi del metal,  Amon Amarth e Arch Enemy, saranno tra i protagonisti della “Summer Day in Rock”. Il giorno successivo, 8 agosto, sarà la volta  dei Rival Sons, gruppo rock statunitense. I biglietti per tutti questi concerti sono in vendita sul circuito Tickeone. Ma ci sono anche concerti ad ingresso gratuito come quello di Omar Pedrini dei Timoria ( 13 agosto)e dei Pink Sonic (14 agosto) nonché dei  migliori gruppi musicali made in Friuli Venezia Giulia, nell’ambito del festival “Over the Noise” (5 agosto)  e la finale dello storico concorso un Gallo per l’estate (6 agosto).

giuseppe-costanza-falcone-capaci-787225Al castello di Susans in scena le eccellenze enogastronomiche con Wineplugged e a guidare gli incontri saranno Diana Candusso, Stefano Trinco e lo chef Manuel Marchetti.  Il Festival darà anche vita ad una emozionante serata per ricordare il 25mo anniversario delle stragi di mafia in cui furono  uccisi i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Giovedì 3 agosto saliranno sul palco di piazza Italia, Giuseppe Costanza, autista personale di Falcone, scampato miracolosamente alla strage di Capaci, e Riccardo Tessariniche , assieme a Costanza, ha scritto il libro “Stato di abbandono”.   Il giornalista Toni Capuozzo sarà presente il 26 luglio nella pinacoteca “Ciro di Pers” , alla mostra personale dell’artista tarcentino Toni Zanussi, amico del noto reporter.  Si rinnova anche nella sua importanza l’articolata proposta sportiva del Festival, partendo dal nono Rally di Majano primo Memorial Tomas Pascoli – Trofeo Dino Bortolotti, affiancato  da tornei di basket, esibizioni di danza, gare ciclistiche,drifting, mini moto, e raduni  di fuoristrada e auto d’epoca. Ampia l’area food che il festival di Majano ogni anno propone  con prodotti della gastronomia regionale ed una   confermatissima area di sapori  della cucina austriaca e bavarese.

 

Abbiamo raggiunto al telefono Daniele Stefanutti, presidente della Pro Majano.

Tante le edizioni e tante le persone che danno vita ad una macchina complessa e ben oliata, anche grazie ad un nutrito gruppo di volontari che rendono   festival di Majano  dopo 57 anni, ancora propositivo. Anche quest’anno siamo all’epilogo della lunga fase organizzativa… ed emerge di anno in anno sempre più il fattore sicurezza…

Il festival è uno di quegli eventi che le istituzioni hanno deciso di proteggere e valorizzare. In qualche misura sono vicine o, per lo meno, non sono lontane…. ma da qualche anno a questa parte è tornata di moda la regoletta che chi fa da sé fa per tre…possibilmente insieme agli sponsor….in questo senso, i segnali migliorano, sono stabili o peggiorano….sport, cultura  ed  enogastronomia di qualità. Il festival di Majano è anche questo…in primo piano l’enogastronomia autoctona ,ma confermatissimo spazio anche alla cucina e alla birra carinziana e bavarese..a questo proposito perché non gemellare il festival di Majano con eventi simili dell’Euroregione senza confini. Ci viene in mente la grande festa che si tiene ad  agosto a Klagenfurt, solo per fare un esempio…

Share Button