21/01/2018

Presso la Direzione lavoro della Regione del Veneto l’Assessore al lavoro, Elena Donazzan, ha incontrato le Organizzazioni sindacali Fiom Cgil di Venezia e Padova, la Fim Cisl e la Uilm Uil di Venezia e le R.S.U. degli stabilimenti Ilva di Porto Marghera (Venezia) e di Legnaro (Padova). L’Assessore ha espresso forte preoccupazione per la situazione descritta dai rappresentanti dei lavoratori, in quanto al momento sembra prospettarsi una forte riduzione del personale. In particolare, l’Assessore regionale chiederà che AM InvestCo Italy S.r.l. (Società composta dall’85% di ArcelorMittal e per il restante 15% dal Gruppo Marcegaglia ed aggiudicataria del bando internazionale che metteva in vendita gli asset aziendali di Ilva S.p.a.) presenti il proprio Piano Industriale e indichi chiaramente quale sia il futuro dei due siti veneti.
Inoltre, oggi si è svolto al MISE un incontro tra gli Amministratori straordinari di Ilva S.p.a in A.s., la ArcelorMittal ed una delegazione composta dalle Organizzazioni sindacali nazionali (Fim, Fiom e Uilm) e le R.S.U. aziendali. L’Assessore Donazzan chiederà formalmente al MISE che anche le Regioni su cui insistono gli stabilimenti di Ilva vengano convocate al prossimo incontro.

Share Button