22/04/2018

Atmosfere anni ‘30, musica e ritmi swing in voga negli anni ‘30 quando si viaggiava sul Rex. Sono gli ingredienti dello spettacolo/concerto che si terrà DOMANI, martedì 17 aprile ore 20.30 al Teatro Miela di Trieste e che vedrà protagonista la Shipyard Big Band, una ventina di musicisti della nostra regione con una grande esperienza musicale diretti dal Mo Flavio Davanzo notissimo trombettista e compositore triestino. La Big Band da oramai trent’anni propone il jazz nei suoi aspetti più storici, ma anche godibili. Nella serata proporrà l’esecuzione di alcuni brani originali, la musica e le danze, con esperti ballerini, in voga negli anni ’30. Insieme a loro Pietro Spirito nella vesti di narratore per riportarci indietro nel tempo quando il Rex svolgeva servizio tra l’Europa e gli Stati Uniti. L’iniziativa, organizzata da Erpac, Comune di Trieste e Coperativa Bonawentura, fa parte del calendario degli eventi collaterali della mostra “Nel mare dell’intimità” aperta ancora per due settimane (fino al 1° maggio) al Salone degli Incanti di Trieste.

Varato il 1 agosto 1931 alla presenza del re d’Italia Vittorio Emanuele III con la Regina Elena, che ne fu la madrina, il transatlantico Rex stata la più grande e lussuosa nave passeggeri italiana mai costruita fino al varo della Costa Classica nel 1991. Nel 1940, cessato il servizio di linea, il Rex fu trasferito nel porto di Trieste dove venne requisito dei tedeschi dopo l’occupazione nazista seguita all’Armistizio. Nel 1944 durante il trasferimento per metterlo al sicuro dagli attacchi degli alleati si incagliò su un basso fondale tra Isola d’Istria e Capodistria dove fu poi bomrbardato.

Share Button