20/06/2018

“Siamo convinti che per quanto riguarda il Friuli Venezia Giulia sia necessario raddoppiare il numero delle Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale e continueremo dunque la richiesta al Ministero di affiancarne una a quella di Gorizia: ciò consentirebbe di sveltire le pratiche di permesso di soggiorno per asilo in essere”.

Lo chiarisce l’assessore regionale all’Immigrazione, Gianni Torrenti, ricordando che “le Regioni hanno costantemente lavorato per chiedere al ministero dell’Interno l’apertura di nuove Commissioni e la dimostrazione di questo pressing sta nel fatto che sono cresciute negli anni per numero”.

“Pur essendo consapevoli delle difficoltà alla base di una nuova costituzione, occorre tenere anche conto che il ministero ha indetto un concorso per la selezione di 250 funzionari da destinare alle Commissioni territoriali: alla luce di questo il Friuli Venezia Giulia rinnoverà con forza la richiesta di istituzione di una nuova commissione per rispondere alle esigenze del territorio”, afferma Torrenti ribadendo quindi che non c’è “in merito a questa questione nessuna chiusura” e chiarendo però che “altra cosa sono i tavoli di lavoro territoriali”.

“In merito a questa richiesta – specifica Torrenti – resto invece convinto che non vi sia nessuna necessità, visto che il Consiglio territoriale per l’immigrazione è costituito da membri di tutte le istituzioni locali e il prefetto può convocarlo in qualsiasi momento”.

Share Button

Comments are closed.