21/02/2018

In un emendamento  la richiesta di recedere dal patto con lo stato  sul contributo regionale al federalismo fiscale.

 UDINE, 16 lug – Il rispetto dei principi costituzionali dell’autonomia speciale è l’obiettivo centrale delle iniziative che il presidente della Regione, i parlamentari eletti in Friuli Venezia Giulia (al parlamento europeo e a quello nazionale) ed i consiglieri regionali mettono sul tavolo in vista della discussione in Parlamento del decreto del governo italiano sulla rivisitazione della spesa.Non è messa in discussione la necessità di ridurre la spesa pubblica, ma le modalità con cui il Friuli Venezia Giulia deve partecipare a questo obiettivo. Sarà quindi predisposto un emendamento al decreto, da depositare in Senato entro giovedì, nel quale si indicherà la decadenza del patto Stato-Regione FVG, sottoscritto nell’ottobre 2010, sul contributo regionale al federalismo fiscale a causa del mancato rispetto dello stesso da parte di provvedimenti finanziari assunti dai governi nazionali che si sono succeduti. La richiesta e le iniziative di sollecitazione verso il governo, mirano a richiamare al fatto che lo Statuto di autonomia, che ha valore di legge costituzionale, vuole che le scelte che incidono sul bilancio della Regione siano concordate con la stessa e non frutto di scelte unilaterali.
Su questi punti hanno concordato oggi i parlamentari ed i rappresentanti delle forze politiche del Consiglio regionale  che hanno risposto con una presenza significativamente numerosa all’incontro convocato a Udine dal presidente della Regione Renzo Tondo ed al quale ha preso parte anche l’assessore regionale alle Finanze Sandra Savino.   Tutti hanno espresso la consapevolezza della difficile situazione in cui versa il Paese e, proprio per questo motivo, accanto alla difesa dell’autonomia speciale è stata sottolineata, pur con alcuni distinguo, la necessità di attuare quello che Tondo ha definito ‘un serio percorso di riforme’ che attrezzi il Friuli Venezia Giulia ad affrontare un futuro che presenta ancora grandi incognite.I contenuti emersi questa mattina saranno illustrati nell’incontro che oggi pomeriggio il presidente Tondo avrà ad Avio (TN) con i presidenti delle Province autonome di Trento e Bolzano e della Regione Valle d’Aosta.

fonte ARC
Agenzia Regione Cronache

Share Button