24/04/2018

 Un bilancio sul lavoro negli ultimi dodici mesi, ma anche di fine legislatura, per il presidente del Consiglio regionale del FVG Franco Iacop, che ha incontrato i giornalisti per la consueta conferenza stampa di fine anno.

Un impegno che ha visto l’Aula, le Commissioni confrontarsi in modo approfondito, talvolta con toni vivaci, senza mai superare il limite della normale dialettica politica.

Tra le iniziative nate dal Consiglio, il presidente ha citato i provvedimenti a sostegno ad ampio spettro delle necessità
sociali, come il reddito di cittadinanza, e la legge sull’invecchiamento attivo. Nelle leggi di bilancio sono state
previste risorse per sanità e servizi sociali, per lo sviluppo economico e occupazionale, per opere e infrastrutture, per il funzionamento delle istituzioni locali, per lo sport e la cultura, per tutte quelle attività che possono svilupparsi grazie
al volontariato.

Non sono mancate le iniziative di ampio respiro – ha aggiunto Iacop – da quella che ha coinvolto le principali municipalità della Libia nel progetto “Nicosia” di cooperazione allo sviluppo nel settore della pesca, che ha avuto riconoscimenti sia a livello nazionale che europeo, a quello sull’invecchiamento attivo che, a seguito della legge regionale, ha visto il nostro Consiglio capofila di un progetto congiunto della Commissione europea e del Comitato delle Regioni della Ue che promuove un approccio scientifico al fare politica e che vedrà il Consiglio regionale del FVG organizzare un importante evento proprio il prossimo 22 gennaio.

Dopo aver richiamato il progetto CAPIRe, nato con lo scopo di valorizzare il ruolo e le funzioni delle Assemblee legislative regionali, dal quale si è poi sviluppato un master in analisi e valutazione delle politiche pubbliche che ha coinvolto, tra gli altri, il Senato, la Conferenza dei Consigli regionali (di cui Iacop è coordinatore) e l’università Ca’ Foscari di Venezia, il presidente ha sottolineato come questa legislatura sia stata caratterizzata anche dal lavoro dei tre organi di garanzia – Corecom, Commissione pari opportunità, Garante dei diritti della persona – che hanno lavorato su temi quanto mai sentiti e attuali.

Il Corecom sull’informazione, sulle impegnative sfide che la comunicazione si appresta ad affrontare derivanti dalle nuove tecnologie e sul contenzioso tra gli utenti e le società di telefonia, Internet e Pay TV; la Commissione pari opportunità sui problemi del lavoro femminile, su bullismo, cyberbullismo, sulla violenza contro le donne; il Collegio dei Garanti sulle tematiche specifiche dei diritti degli adolescenti, delle persone a rischio discriminazione e di quelle private della libertà personale.

I rapporti con lo Stato e i nuovi compiti in ambito comunitario sono stati quindi evidenziati dal presidente Iacop. Il lungo dibattito sulla riforma costituzionale, che poi il referendum nazionale non ha confermato, ha condizionato il confronto a livello regionale sullo statuto, benché la Commissione paritetica abbia lavorato alacremente, in stretto contatto con il Consiglio regionale, sulle norme di attuazione.

Ma forse il coinvolgimento nella fase partecipativa al diritto europeo è la novità più grande di questa legislatura, nei
confronti della quale il Consiglio regionale, attraverso un proficuo lavoro delle competenti Commissioni e con le sessioni europee in Aula, ha fin da subito fornito il suo contributo.
Inutile lamentarsi se a Bruxelles approvano leggi che non sempre trovano l’assenso da parte nostra – ha affermato Iacop – se poi siamo assenti lungo il percorso della loro formazione. Per questo è importante che il dibattito inizi a livello regionale, venga portato a livello nazionale e da lì all’Unione europea. In questo senso il nostro Consiglio regionale ha fatto pienamente la sua parte.

Da ultimo, Iacop ha posto l’accento sulle iniziative per il territorio, su tutte quelle per ricordare i quarant’anni del
terremoto del Friuli, che ha visto la presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella nei luoghi del sisma e a Udine per la seduta straordinaria del Consiglio regionale nell’Auditorium intitolato per l’occasione ad Antonio Comelli, il presidente della ricostruzione, nonché le tante mostre che hanno trovato ospitalità negli spazi espositivi del palazzo di piazza Oberdan a Trieste, e il sostegno convinto a diverse iniziative culturali.

E’ quindi intervenuto brevemente il vicepresidente Paride Cargnelutti, incaricato dall’Ufficio di presidenza di riferire
all’Aula – nella sessione finanziaria – sul bilancio interno del Consiglio, che ha messo in evidenza i consistenti risparmi
ottenuti in questi ultimi anni, dalla riduzione del numero di consiglieri – dieci in meno – al taglio dei contributi ai Gruppi – dai 3 milioni che ricevevano, oggi ne percepiscono un decimo, 300mila euro – alla riduzione delle indennità, la cui conferma spetterà alla prossima legislatura.

1 (Small)

In occasione della conferenza stampa, il presidente Iacop ha fornito i dati dell’attività del
Consiglio regionale e dei suoi organi riferiti al 2017 e quelli riepilogativi dell’XI Legislatura.

ATTIVITA’ 2017

SEDUTE:
Aula 73 per una durata complessiva di 273 ore
Capigruppo 29
Ufficio di presidenza 31
I Commissione 26
II Commissione 32
III Commissione 37
IV Commissione 38
V Commissione 33
VI Commissione 34
Comitato di controllo 11
Giunta nomine 7
Giunta Regolamento 4
Giunta elezioni 2

ATTIVITA’ LEGISLATIVA
Progetti di legge regionale presentati: 66; di cui 33 di
iniziativa consiliare e 33 di iniziativa giuntale
Leggi regionali approvate: 49, di cui 6 in attesa di
promulgazione.
Progetti di legge nazionali presentati: 3 (tutti di iniziativa
consiliare) di cui uno di modifica dello statuto
Progetti di legge nazionali approvati dal Consiglio e presentati
al Parlamento: 4
Progetti di legge nazionale respinti dal Consiglio: 2

ATTI DI INDIRIZZO E DI CONTROLLO
Mozioni: presentate 75, discusse 35
Voti alle Camere: presentati 6, discussi 4
Ordini del giorno sul contenuto delle leggi approvate: presentati
133, accolti dalla Giunta o approvati dall’Aula 90; non accolti o
respinti 37; ritirati 6

SINDACATO ISPETTIVO
Interpellanze: presentate 46, evase 14 (tasso di risposta 30,43%)
Interrogazioni a risposta orale: presentate 239, evase 65 (27,19%)
Interrogazioni a risposta scritta: presentate 96, evase 30
(31,25%)
Question Time: presentati 168, evasi 152 (90,47%)

PETIZIONI POPOLARI
Presentate 4, esaminate in Commissione 2

PARTECIPAZIONE ALLA FASE ASCENDENTE DEL DIRITTO UE
Risoluzioni Consiglio regionale: 1
Risoluzioni di Commissione nell’ambito del dialogo politico con
le istituzioni europee: 1
Pareri al Comitato delle Regioni Ue: 1
Audizioni su temi europei di interesse regionale: 7

Menzione d’onore 2017 per l’iniziativa di Nicosia del Comitato
delle Regioni sulla cooperazione per lo sviluppo delle
municipalità della costa libica, ospitata dalla Regione FVG dal
13 al 15 giugno 2017.
XI LEGISLATURA – 5 ANNI DI
ATTIVITA’ (da maggio 2013 a dicembre 2017).

SEDUTE:
Aula 348 per una durata complessiva di 1.181 ore
Capigruppo 154
Ufficio di presidenza 145
I Commissione 157
II Commissione 190
III Commissione 186
IV Commissione 187
V Commissione 169
VI Commissione 198
Comitato di controllo 44
Giunta nomine 38
Giunta Regolamento 16
Giunta elezioni 17

ATTIVITA’ LEGISLATIVA
Progetti di legge regionale presentati: 244; di cui 135 di
iniziativa consiliare e 109 di iniziativa giuntale
Leggi regionali approvate: 155
Progetti di legge nazionali presentati: 16 (15 di iniziativa
consiliare e 1 di iniziativa giuntale) di cui uno di modifica
dello statuto
Progetti di legge nazionali approvati dal Consiglio e presentati
al Parlamento: 6
Progetti di legge nazionale respinti dal Consiglio: 2
Progetti di legge nazionale di iniziativa regionale approvati dal
Parlamento: 1

ATTI DI INDIRIZZO E DI COINTROLLO
Mozioni: presentate 313, discusse 172
Voti alle Camere: presentati 22, discussi 18
Ordini del giorno sul contenuto delle leggi approvate: presentati
757, accolti dalla Giunta o approvati dall’Aula 458; non accolti
o respinti 240; ritirati 59

SINDACATO ISPETTIVO
Interpellanze: presentate 187, evase 68 (tasso di risposta 36,36%)
Interrogazioni a risposta orale: presentate 1113, evase 402
(36,11%)
Interrogazioni a risposta scritta: presentate 481, evase 187
(38,87%)
Question Time: presentati 688, evasi 650 (94,47%)

PETIZIONI POPOLARI
Presentate 34

PARTECIPAZIONE ALLA FASE ASCENDENTE DEL DIRITTO UE
Risoluzioni Consiglio regionale nella sessione europea: 3
Risoluzioni di Commissione su progetti di atti legislativi
europei ai fini controllo sussidiarietà: 7
Risoluzioni di Commissione nell’ambito del dialogo politico con
le istituzioni europee: 4
Audizioni di esperti su temi di interesse europeo: 10
Pareri al Comitato delle Regioni Ue: 1
Audizioni su temi europei di interesse regionale: 49

RICONOSCIMENTI CALRE
Menzione d’onore 2017 per l’iniziativa di Nicosia del Comitato
delle Regioni sulla cooperazione per lo sviluppo delle
municipalità della costa libica, ospitata dalla Regione FVG dal
13 al 15 giugno 2017;
Premio2016 per la legge regionale 9 dicembre 2015 n. 31 “Norme
per l’integrazione sociale delle persone straniere immigrate”.

Share Button