20/05/2019

Hai voluto la bicicletta, adesso pedala così la Regione Veneto ha ottenuto ben 13 milioni e 360 mila euro dal CIPE per la realizzazione di una decina di interventi di mobilità ciclabile finanziati con il Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) 2014-2020. Insomma si punta ad una nuova frontiera della mobilità sostenibile, magari nella speranza di non vedere più gruppetti di scalmanati patetici emuli dei loro beniamini in maglia rosa o gialla invadere in micidiali gruppi le carreggiate occupate dalle odiate automobili. Peccato che auto, furgoni e camion servano davvero per creare economia mentre le biciclette al massimo creano dolori muscolari ed eccesso di sudorazione. Ma scherzi a parte quanto ottenuto dal Cipe è certamente “un importante riconoscimento finanziario a sostegno del lavoro che come Regione stiamo svolgendo sul fronte della mobilità sostenibile – sottolinea con soddisfazione l’assessore regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti Elisa De Berti, che ci permette di realizzare e sistemare circa 110 chilometri di percorsi e itinerari ciclabili che vanno ad aggiungersi agli oltre 1.500 già esistenti nel Veneto”.

“Stiamo candidando il Veneto – conclude l’assessore – a diventare uno degli snodi più importanti e strategici della rete ciclabile nazionale ed europea. La nostra regione, infatti, è attraversata da 5 delle 10 ciclovie di interesse nazionale, quella ‘del Garda’, la ‘Trieste-Venezia’, l’Adriatica (che interessa tutte le regioni della costa adriatica), la ‘VenTo’ (Venezia-Torino) e la ‘Ciclovia del Sole’ che collega Verona a Firenze. Il nostro obiettivo è connettere queste grandi ciclovie tra loro e ai percorsi regionali e interregionali ai quali stiamo lavorando, per formare così, gradualmente, uno dei sistemi infrastrutturali di mobilità leggera tra i più ampi e attrezzati del nostro Paese”. Così si potrà trasformare il detto hai voluto la bicicletta ora pedala in hai voluto la ciclabile ora usala.

Share Button

Comments are closed.