19/01/2018

La rivoluzione di Antonello Dose (domani ) venerdì 7 luglio a Grado Velarium GIT Spiaggia dell’Imperatore.

E’ abbastanza inedito che un personaggio fra i più noti della radio decida di raccontare in un libro la propria fede buddista e l’omosessualità. Con l’aggiunta del matrimonio celebrato nei giorni scorsi. Antonello Dose, con Marco Presta, impazzano tutte le mattine dalle 9 alle 10 su Radiodue della Rai con “Il ruggito del coniglio”. E vanno avanti da più di vent’anni, fittamente dialogando con chi li ascolta, li approva o li contraddice.

Venerdì 7 luglio alle ore 18, sotto la vela della spiaggia principale di Grado – per la 27ma rassegna di Libri e Autori – ci sarà proprio Antonello Dose a presentare il suo libro “La rivoluzione del coniglio” edito da Mondadori. Intervistato da Paolo Scandaletti e dialogando coi suoi lettori.

Un volume corposo, assai ben articolato e di piacevole lettura, che rifà la storia dell’autore. Nato a Palmanova e dopo studi normali, imbocca la via del teatro con Luca Ronconi e Marco Bellocchio; ma vira sulle onde della  radio, sotto la guida di Enrico Vaime. E il 2 ottobre 1995 parte da via Asiago quel “Ruggito del coniglio”- notizie e battute, sgambetti ai personaggi, dialogo con gli ascoltatori – che diventerà via via uno dei più grandi successi della radio Rai.

E’ l’autobiografia, segnata dalle tappe professionali, la puntuale pratica religiosa, le esperienze sessuali anche in America; fino al recentissimo matrimonio con Fabrizio. Al quale ha chiesto di sposarlo proprio nell’ultima pagina del libro, dopo esser diventato monogamo.

La rassegna Libri e Autori a Grado  è promossa dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dal Comune di Grado, con la collaborazione della GIT e della libreria Dante, il sostegno della fondazione Antonveneta, gli sponsor Cantine Livio Felluga e Consorzio Tutela Vini del Collio. Tullio Svettini leggerà a conclusione alcuni versi di Biagio Marin.

Alla fine brindisi per tutti con i vini del Collio. Azienda Borgo Conventi. Il progetto e l’organizzazione sono di Giuliana Variola e Paolo Scandaletti.

Share Button