17/08/2019

Il 28 marzo, alle ore 18, nella suggestiva cornice della secentesca villa de Claricini Dornpacher a Bottenicco di Moimacco, prenderà avvio il ciclo di conferenze legate alla produzione del documentario “Gladio: Tradimento di Stato” di Giovanni Cismondi, recentemente presentato a Udine in un’insolita conferenza stampa, tenutasi su un marciapiede di via Sant’Agostino, lungo il muro esterno della caserma Di Prampero, in corrispondenza della porta (chiusa dagli anni ’90) che dava accesso all’Ufficio Monografie, nome di copertura del comando segreto della Stay Behind nel nord est.

da sinistra Gianfranco Biondi, Giovanni Cismondi e Giovanni Aviani nei pressi dellaccesso all’ex comando segreto della Stay Behind (Gladio) del Nord est.

In questa prima di una serie di conferenze dedicate alla Gladio, verrà proiettato il trailer del documentario. A commentarlo lo stesso autore insieme al direttore di euroregionenews Gianfranco Biondi, che ha curato il libretto che accompagna il video. Interverrà anche l’editore Giovanni Aviani, organizzatore delle conferenze e promotore della distribuzione.

Il motivo che ha spinto il figlio del generale Giuseppe Cismondi, uno degli ultimi comandanti dell’organizzazione (scomparso nel gennaio 2016) a proporre il documentario, è principalmente quello della riabilitazione dei gladiatori “veri” agli occhi dell’opinione pubblica, uomini sui quali vennero fatti ricadere tutti i sospetti di presunte azioni ed impieghi deviati dell’organizzazione, rispetto al ruolo di difesa dei confini nazionali.

I gladiatori divennero comodo capro espiatorio per coprire non appurate responsabilità di vertice nel presunto coinvolgimento o contiguità di Gladio nei fatti più controversi e sanguinosi della recente storia italiana. Dalla strage di Peteano al rapimento Moro, dalla strage di Bologna al sabotaggio di Argo16, aereo donato dalla CIA all’Italia e in dotazione al SIFAR, che precipiterà il 23 novembre 1973 poco dopo il decollo dall’aeroporto di Venezia Tessera, provocando la morte di tutto l’equipaggio. Un mistero irrisolto, quello di Argo 16, sul quale Giovanni Cismondi si soffermerà nel corso della conferenza, per raccontare ciò che accadde il giorno prima dell’attentato e il giorno stesso, quando suo padre venne fatto scendere dall’aereo a causa di un improvviso e misterioso cambio del piano di volo.

Prima della conferenza su Gladio, Villa de Claricini, il 21 marzo alle ore 18, ospiterà la conferenza “I fatti di Porzŭs, segnavia di una svolta”, con relatore Paolo Strazzolini. A conclusione della conferenze, che sono ad ingresso libero, un brindisi con i vini dell’azienda de Claricini.

Share Button

Comments are closed.