17/08/2019

Il Porto di Trieste non poteva mancare alla Transport Logistic, fiera leader a livello mondiale per la logistica che si svolge con cadenza biennale a Monaco di Baviera, capace di unire, nell’edizione 2019, più di 2.300 espositori provenienti da 123 nazioni e regioni.

Per Zeno D’Agostino, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, “Questo è l’evento fieristico più importante per il nostro sistema logistico. Il porto di Trieste vi partecipa  fin dalla prima edizione, svoltasi nel 1978”.

Il Porto di Trieste ha presentato TRINUR,un nuovo servizio ferroviario che collegherà Trieste con l’hub di Norimberga, situato a nord della Baviera.  Il servizio sarà inaugurato a fine luglio con una frequenza bisettimanale per poi incrementare le circolazioni entro la fine del 2019.

Il servizio nasce dalla già consolidata collaborazione tra DFDS, gruppo danese leader del trasporto Ro-Ro che detiene il 60% delle quote del terminal Samer Seaports e Alpe Adria, la compagnia che svolge il ruolo di facilitatore per lo sviluppo dei servizi di trasporto intermodale del sistema logistico giuliano, attraverso la gestione di un esteso network a livello europeo.

Nella fase iniziale, TRINUR collegherà il molo V di Trieste con quello di TRICON di Norimberga, gestito dal Gruppo “Bayernhafen” e, oltre a trasferire in maniera sostenibile i volumi di traffico del mercato turco e greco, sarà attrazione per le esigenze di export del sistema industriale del territorio della Baviera.

 “ Il nuovo servizio su Norimberga dimostra come il baricentro delle nostre attività economiche continui a spostarsi progressivamente anche verso Nord- ha detto D’Agostino – Confidiamo che Norimberga possa essere per noi e Bayernhafen un’occasione di collaborazione sinergica e di ponte per altre aree di mercato, quali la Polonia o i Paesi Baltici”.

Il nuovo collegamento evidenzia quanto il Land bavarese possa contare su un’integrazione sempre più solida con il porto di Trieste, sviluppata non solo attraverso i servizi giornalieri verso Monaco, ma anche con questo nuovo treno.

In una seconda fase, il servizio si svilupperà utilizzando come gateway ferroviario di consolidamento anche Cervignano, rivolgendosi dunque ai volumi di traffico generati dal territorio del Friuli Venezia Giulia, in armonia con lo sviluppo della “piattaforma logistica regionale” che l’Autorità di Sistema assieme alle altre istituzioni e piattaforme della Regione FVG sta contribuendo a disegnare.   

Presente alla fiera bavarese anche il Governatore del Friuli Venezia Giulia, che si è incontrato con il ministro ai Trasporti del Land bavarese Hans Reichhart. Il Friuli Venezia GIulia tende ad intensificare le relazioni con la Baviera, d anche attraverso partecipazioni reciproche nei sistemi logistici delle due regioni, per trasformare l’intera area in un fulcro per l’economia europea

Tra le opportunità prese in esame  dai due esponenti istituzionali, il tema del corridoio doganale: una prospettiva, caldeggiata dall’Esecutivo di piazza Unità, che agevolerebbe la cooperazione tra le due regioni facendo leva su quelle infrastrutture immateriali, quali appunto i ‘fast corridor’, che risultano essenziali per il potenziamento dei traffici.

L’approfondimento avrà luogo in autunno, quando il ministro bavarese sarà in Friuli Venezia Giulia  

 per definire una road map con le tappe delle nuove partnership.

Share Button

Comments are closed.