18/12/2018

Incontri, musica, teatro, cinema e letteratura per ricordare i 500 anni dalla fondazione del Ghetto di Venezia. Questi gli ingredienti della rassegna “Fuori dal Ghetto. Arte e creatività ebraica”, che si terrà dal 18 maggio al 29 giugno e presentata alla stampa nel Centro culturale Candiani di Mestre. Sono intervenuti, tra gli altri, l’assessore comunale al Turismo, Paola Mar, il direttore della Direzione Attività culturali e Turismo del Comune di Venezia, Roberto Ellero, la dirigente del Settore Produzioni culturali e Spettacolo, Angela Fiorella, la responsabile del Centro Candiani, Elisabetta Da Lio, il presidente del Centro veneziano di Studi ebraici internazionali, Shaul Bassi.

“Sono davvero soddisfatta della realizzazione di questa importante rassegna – ha esordito l’assessore Mar – che coinvolge la terraferma e ancora una volta ci dà l’occasione di sottolineare che Venezia e Mestre sono un’unica grande città. I tanti appuntamenti e le occasioni di incontro e approfondimento in programma ci permettono inoltre di conoscere e approfondire aspetti dell’arte e della creatività ebraica e di ricordare ciò che è accaduto. Come ho già avuto modo di dire, chi non ha memoria non ha storia e avere coscienza di quello che è stato ci consente di guardare al futuro”.

Numerosi e diversificati gli appuntamenti in calendario che, come ha spiegato Bassi, esprimono la pluralità che da sempre ha contraddistinto la comunità ebraica veneziana, così come varie saranno le sedi: il Candiani, il Teatro Toniolo a Mestre e lo Spazio Aereo (Parco scientifico e tecnologico Vega) a Marghera.

Si inizia il 18 maggio con l’incontro con lo scrittore Gary Shteyngart e si continua il 19 maggio con “Socalled” in concerto con in apertura Minimal Klezmer.
Il 23 maggio si parlerà di cinema e umorismo ebraico con il regista Alberto Caviglia al Candiani, mentre il 23 giugno al Toniolo spazio alla musica con “Flamenco Sephardit”. Per quest’ultimo i biglietti sono disponibili su vivaticket.it dal 24 maggio e successivamente alla biglietteria del Toniolo (info sul sito del teatro www.culturaspettacolovenezia.it/toniolo). Ancora musica il 27 giugno con il Gabriele Coen Quartet in “Yiddish melodies in jazz”, con uno speciale biglietto a 3 euro per i giovani fino a 29 anni.

Infine, per il ciclo “Cinema e pensiero ebraico”, dal 24 maggio al 29 giugno si terranno proiezioni e conferenze per riflettere sui grandi temi universali a partire da una prospettiva filosofica ebraica: per ogni film in programma seguirà, il giorno successivo, un incontro a tema.

Tutte le informazioni su orari e luoghi si possono consultare sul sito www.centroculturalecandiani.it

Share Button

Comments are closed.