09/12/2019

S’intitola “Framework”, la nuova opera della Klever Dance, fondata e diretta dal pluripremiato coreografo anglo-finlandese Kristian Lever, che andrà in scena in prima assoluta mondiale al Teatro Palamostre di Udine sabato 23 novembre. Si tratta di una grande coproduzione internazionale dell’associazione culturale Axis Project di Udine insieme alla Fondazione Mozarteum di Salisburgo.

“Framework” è il primo progetto della neocostituita Axis Project, che intende promuovere la danza e contemporaneamente Udine e il Friuli Venezia Giulia. La vicepresidente e direttrice artistica Federica Comello, ha sottolineato che il nostro essere terra di confine costituisce un indubbio vantaggio che va sfruttato per potenziare la nostra vocazione turistica, offrendo programmi culturali capaci di attrarre artisti, pubblico e critica internazionali, oltre ad agevolare l’economia locale. 

Framework è la dimostrazione che Udine, dai primi di ottobre, si è trasformata in residenza artistica per la KLever Dance presso le sale della scuola Axis Danza. Udine sarà l’unica sede italiana per le audizioni della Klever Dance, che sta cercando un nuovo ballerino. La città di Udine è stata scelta come palcoscenico della prima mondiale dello spettacolo, poi andranno a esibirsi a Salisburgo (mercoledì 27 novembre 2019 al Szene Salzburg) e quindi a Helsinky. Questa è anche la prima volta in assoluto che la KLever Dance si esibisce in Italia.

Sempre a Udine saranno realizzate anche le scenografie e i costumi dello spettacolo. Per emulare virtuose prassi internazionali, dove la raccolta fondi è la forma privilegiata di finanziamento dell’arte, Axis Project ha attivato anche un crowdfunding tramite la Banca di Cividale (https://www.progettocivibanca.it). Tutto, quindi, rigorosamente “made in Friuli”!

Coinvolti nel progetto che si sta sviluppando a Udine, ci sono anche i fratelli Kellen e Marshal Mc Daniel (Los Angeles – California – USA), rispettivamente sceneggiatore e musicista per Framework e Andreas Fladvad Geier in rappresentanza del Mozarteum di Salisburgo.

La conferenza stampa di presentazione è stata condotta dall’assessore alla cultura del Comune di Udine Fabrizio Cigolot, nel Salone del Popolo presso il municipio, il quale ha ringraziato Axis Project e Kristian Lever per aver scelto Udine come palcoscenico di questo importante spettacolo che rappresenta, relativamente alla danza, un lodevole unicum nel panorama culturale regionale. Finora nessuno aveva realizzato nulla di simile in Friuli Venezia Giulia. L’assessore Cigolot ha concluso dicendo che Udine può legittimamente ambire a diventare davvero “città della danza” e pertanto confida che la collaborazione fra l’amministrazione comunale e Axis Project possa continuare. 

Per la presidente di Axis, Federica Comello, Framework sarà uno spettacolo strabiliante, che per la prima volta in assoluto andrà in scena il 23 novembre al Palamostre di Udine alle 21. Sicuramente un grande evento confermato dall’annunciata presenza di ospiti internazionali di prestigio, quali famosi direttori artistici del calibro di Renato Zanella (coreografo dello Stuttgarter Ballett; direttore artistico e capo coreografo alla Staatsoper di Vienna; direttore artistico della scuola di ballo del Teatro dell’Opera di Vienna; direttore del Balletto Nazionale Greco ad Atene) e Petar Dorcevski (Lujo Davičo State Ballet School a Belgrado; Teatro Nazionale di Belgrado; Princess Grace Ballet School di Monaco; scuola dell’Opera di Vienna; State and Folk Operas di Vienna; Teatro Nazionale Slovacco; Slovenian National Theatre Opera and Ballet di Lubiana – primo ballerino) e note firme della critica dedicata alla danza, come Monica Ratti (mensile Danzasì e la rivista specializzata D&C www.danceandculture.it). 

Informazioni e aggiornamenti presso le sedi Axis Danza a Udine, Tricesimo e Gradisca d’Isonzo, oppure nel sito web  www.axisdanza.it – axisproject 

Share Button

Comments are closed.