18/11/2019

Un fine settimana incredibile con una competizione mai vista in Friuli Venezia Giulia. Impegnativa ma anche divertente, la prima prova in regione del campionato italiano di OCR (corsa a ostacoli), valida per il campionato europeo, si è disputata sabato a Lignano Sabbiadoro all’interno del Bella Italia & Efa Village. 

Nove chilometri di circuito partendo dalla spiaggia, per entrare in mare, poi raggiungere il bosco prima di terminare sulla sabbia. Tanti ostacoli di ogni genere, che gli atleti della competizione nazionale dovevano affrontare e superare, ma anche la possibilità per tutti i non agonisti di fare lo stesso percorso limitatamente alle proprie capacità. 

Domenica un percorso diverso, di “soli” tre chilometri ha visto per la prima volta l’utilizzo di un gonfiabile Prozis lungo cento metri e alto diciassette che presentava simpatico percorso come avvio di gara, poi la sabbia, il fango nel bosco e tanti altri ostacoli naturali o artificiali, prima di raggiungere il traguardo, con il passo del giaguaro (tipico dell’addestramento militare), l’arrampicata di corde e l’ultimo passaggio appesi tra una corda, un anello e alcuni attrezzi che … sembra facile! 

Alla fine sono stati due giorni di una disciplina sportiva che per i principianti può sembrare estrema, ma in realtà non presenta rischi ma richiede tanto allenamento. Un migliaio di atleti provenienti da tutta la nazione, alcuni dei quali domenica hanno voluto affrontare il circuito più di una volta (tre chilometri erano pochi) e mi riferisco soprattutto ad Alan Saitta, un atleta di casa. Udinese, ha uno studio di Personal Training a Udine che si chiama J4U in via bertiolo 4 a Udine, dove con il suo collega Michele Mulinaris, hanno creato il J4U OCR Team, il gruppo di atleti con cui fa sia il campionato sia le gare goliardiche. Aperto a tutte le persone amanti o curiose del settore, organizza allenamenti, preparazioni atletico / tecniche e supporto gare. Oltre a questo ha l’Accademia NKT, che svolge la sua attività nella palestra Just Fitness a Udine in Baldasseria, dove segue i settori marziali di Muay Thai Tradizionale (di cui è appena uscito il suo nuovo libro), Muay Thai Sportiva, Metodo Italiano Difesa Personale e le gare di scherma corta.

Domenica mattina la gara era valida per il campionato triveneto di OCR, ma anche aperta a tutti con la gara Turtle, cui era consigliato partecipare con abbigliamento particolare, se non vere e proprie maschere. Abbiamo visto Superman e anche la sua compagna, Spiderman, Flash e tanti altri supereroi correre con il loro abbigliamento tipico, sotto un sole che li stava cuocendo. 

Bellissima esperienza, anche dal punto di vista scenografico e per le più belle maschere della Turtle c’erano in palio anche due biglietti per il Jova Beach Party che si terrà ai primi di luglio nello stesso arenile del Bella Italia & Efa Village. L’ingresso al villaggio riservato ai concorrenti, la disponibilità di alloggi per tutti e l’organizzazione perfetta da ogni punto di vista con tutti gli atleti ricevuti nel Force Run Village per l’iscrizione, la consegna delle maglie, dei numeri di gara, dei bracciali per i cronometri e l’area ristoro, sino al palco per le premiazioni, hanno decretato un successo strepitoso e messo le basi per le future versioni Beach della Force Run. 

Complimenti a Nicola Schena che con la sua squadra ha realizzato la prima edizione della Force Run in Friuli Venezia Giulia.  Un trionfo a Lignano Sabbiadoro che sicuramente il prossimo anno sarà ancora più partecipato. Adesso la competizione di sposta a Verona dove a settembre ci sarà la seconda parte del Challenge, dove la Force Run è di casa da anni. 

Marco Mascioli 

Share Button

Comments are closed.