03/08/2021

Sono ancora le foci dei fiumi e di canali a mettere a rischio la salute del mare del Friuli-Venezia Giulia. Degli otto punti monitorati lungo i 111 chilometri di coste tre punti sono risultati “fortemente inquinati” con una presenza di carica batterica almeno del doppio rispetto ai limiti consentiti dalla legge: alle foci dei fiumi Isonzo e Stella e del canale di via Battisti a Muggia, che da anni continuano a immettere in mare sostanze che mettono a serio rischio il delicato ecosistema marino della regione. Criticità, quelle sul sistema depurativo, per le quali anche l’Unione Europea chiede di fare presto: la nuova procedura di infrazione arrivata nei mesi scorsi coinvolge anche otto agglomerati urbani del Friuli-Venezia Giulia nei quali sono state riscontrate “anomalie” circa il trattamento dei reflui. Legambiente chiede quindi che Regione e amministrazioni comunali si attivino immediatamente per risolvere i gravi deficit depurativi.Oltre al danno è in arrivo anche la beffa. Secondo il rapporto della “Struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e lo sviluppo delle infrastrutture idriche”, consegnato in questi giorni alla Camera dei Deputati, la regione più esposta alle multe in arrivo dall’Unione Europea per l’assenza di depurazioni è proprio il Friuli Venezia Giulia. Secondo i calcoli della stessa struttura, la multa in arrivo dal 1° gennaio 2016 sarà di circa 66 milioni di euro. È questa la fotografia scattata dalla campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio ed all’ informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane.

Share Button

Comments are closed.

Cheap Tents On Trucks Bird Watching Wildlife Photography Outdoor Hunting Camouflage 2 to 3 Person Hide Pop UP Tent Pop Up Play Dinosaur Tent for Kids Realistic Design Kids Tent Indoor Games House Toys House For Children
Translate »