22/07/2018

Il festival del lavoro internazionale ha rappresentato inoltre uno degli eventi organizzati nell’ambito dell’European Employers Day, un’iniziativa della Commissione europea e di PES Network – la Rete Europea dei Servizi Pubblici per l’Impiego – che ha l’obiettivo di favorire l’incontro tra i servizi pubblici per l’impiego e le imprese. “Oggi in tutti i Centri per l’Impiego del Veneto si sono svolti incontri tra persone che cercano occupazione e aziende del territorio che cercano lavoratori. Mille le vacancy registrate, ovvero le opportunità di lavoro offerte, milleduecento i colloqui che hanno già previsto una preselezione dei candidati, quattrocento le aziende e millecinquecento le persone coinvolte in tutta la Regione. La mia speranza è che le mille vacancy si traducano in mille vere opportunità di lavoro, colte tutte da persone, giovani e meno giovani, desiderose di mettersi alla prova nel nostro sistema produttivo”.
Ad affermarlo l’assessore regionale alla formazione e al lavoro, Elena Donazzan, che in Fiera di Vicenza è intervenuta questa mattina al Festival del lavoro internazionale, una giornata, promossa dalla Regione del Veneto, dedicata alla mobilità dei giovani fino a 35 anni che hanno potuto scoprire quali sono le opportunità formative e professionali in Europa e conoscere gli strumenti più innovativi ed efficaci per valorizzare il proprio profilo. Durante la giornata sono stati approfonditi temi quali le sfide e le opportunità per le imprese che si affacciano ai mercati internazionali, le professioni del futuro, le competenze trasversali e la web reputation, le opportunità offerte dal digitale.
Il Festival come detto in apertura ha rappresentato uno degli eventi che ha l’obiettivo di favorire l’incontro tra i servizi pubblici per l’impiego e le imprese. Durante la giornata, infatti, si è svolta una serie di eventi di recruiting e workshop di approfondimento organizzati dai CPI su tutto il territorio veneto.
“Questo approccio – prosegue Donazzan – trova terreno fertile in Veneto perché da oltre 15 anni abbiamo scelto strategicamente di mettere assieme i settori dell’istruzione, formazione e lavoro per alimentare un dialogo costruttivo tra chi ha il compito di formare e le imprese che necessitano di soddisfare il proprio fabbisogno professionale. In un sistema imprenditoriale piccolo, dinamico e molto flessibile come quello veneto c’è sempre più bisogno di dare valore ai lavori “ibridi”, che richiedono competenze trasversali, capacità di relazione e una visione internazionale dell’impresa. Noi abbiamo bisogno di far crescere l’Italia, di cui il Veneto è un motore straordinario, e per questo continueremo a promuovere politiche che vadano esattamente in questa direzione, dialogando con il territorio, investendo sui giovani”.
L’assessore Donazzan, accompagnata dal direttore dell’Area Capitale umano, cultura e programmazione comunitaria della Regione del Veneto, Santo Romano, e dai funzionari regionali della sezione lavoro, ha visitato il Centro per l’Impiego di via Legione Gallieno a Vicenza, impegnato nell’Employers’ Day, l’iniziativa volta a favorire l’incontro tra i Servizi Pubblici per l’Impiego e le aziende. Nella sede del CPI vicentino circa quaranta le vacancy aperte, per un totale di trenta aziende e centoventi colloqui realizzati. Altre venti le aziende coinvolte in workshop.

Share Button

Comments are closed.