22/10/2018

In Fvg oltre un’abitazione su quattro è vuota (20,58% per 139.325 case non occupate) con una concentrazione maggiore nelle province di Udine (1° posto regionale con il 25,39% e 79.471 case vuote) e Gorizia (2° posto regionale con il 20,37% e 16.236 case). È quanto emerge da un’analisi della rete immobiliare Solo Affitti. Molte le abitazioni non occupate anche in provincia di Pordenone (3° posto regionale con il 19,28% e 30.314 case vuote), poche, invece, a Trieste (4° posto con il 10,48% e 13.304 case). Guardando alle altre grandi città, Ravenna è il primo comune d’Italia per case vuote (28,37% per 27.118 immobili). Precede di poco Reggio Calabria (2° posto, 27,3% e 26.214 immobili). Fra le prime dieci città ci sono anche Brescia (6° posto con il 14,7%) e le pugliesi Taranto (9° posto con il 13,6%) e Bari (10° posto con il 12,9%). Il livello massimo di occupazione degli immobili si raggiunge ancora una volta nei centri metropolitani come Milano (terzultima con il 5,8% e 37.073 case), Napoli (penultima con il 3,9%) e Firenze (ultima con il 3%). “Facciamo in modo che questo grande patrimonio immobiliare a disposizione in Italia possa soddisfare il fabbisogno abitativo e faccia rivivere i piccoli e medi centri storici del nostro Paese – commenta Silvia Spronelli, presidente di Solo Affitti – Occorre un progetto governativo chiaro sulla casa e sulle locazioni attraverso agevolazioni fiscali per proprietari e inquilini, come avviene in tanti altri Paesi europei. Un buon passo in questa direzione è la tassazione fissa al 21% della cedolare secca per i contratti a canone libero e al 10% per i contratti a canone concordato”.

Share Button

Comments are closed.