18/01/2018

Da lunedì 20 a venerdì 24 novembre le visite guidate nelle aziende di Confindustria Udine; un’iniziativa volta a diffondere i valori della cultura d’impresa. Coinvolte 21 aziende, 7 scuole superiori e quasi 550 studenti

 

Ritorna con il mese di novembre il tradizionale appuntamento con Fabbriche Aperte, l’iniziativa promossa da Confindustria Udine. Giunto alla diciottesima edizione, il progetto offre la possibilità, a studenti e insegnanti, di conoscere più da vicino il mondo dell’impresa attraverso un programma di visite agli stabilimenti di aziende appartenenti alle diverse tipologie produttive che rappresentano la specificità dell’industria friulana, per approfondire gli aspetti organizzativi, produttivi, tecnologici e innovativi.

Le visite guidate ad alcune tra le più significative realtà produttive friulane cominceranno lunedì 20 novembre per proseguire fino a venerdì 24 novembre. Complessivamente 21 aziende accoglieranno 550 studenti di sette istituti delle scuole tecniche e professionali della nostra provincia in questo oramai consolidato appuntamento di interazione tra mondo della scuola e mondo del lavoro.

Apriranno le porte dei propri stabilimenti: Arbor srl di San Giovanni al Natisone (produzione sedie e tavoli in legno massello ed altri materiali su capitolato del cliente), AMB spa di San Daniele del Friuli (produzione film e foglia alta barriera per termoforatura, film, flessibili accoppiati e stampati), Aussafer Due srl di San Giorgio di Nogaro (taglio e lavorazione delle lamiere ad alta tecnologia e servizi complementari), DM Elektron spa di Buia (produzione, prototipazione preserie, produzione di serie, collaudo di sistemi elettronici), Ferriere Nord spa-Officina per la Formazione di Osoppo (produzione di acciai strutturali), Gervasoni spa di Pavia di Udine (progettazione, sviluppo, realizzazione e commercializzazione di soluzioni di arredamento per la casa e per il settore contract), Gesteco spa di Povoletto (laboratorio analisi chimiche su matrici terra-acqua-aria), Imel spa di Codroipo (progettazione e realizzazione di impianti ad elevate prestazioni per il trattamento e la verniciatura di superfici), Labiotest srl di Povoletto (produzione impianti per la neutralizzazione dell’aria), Lod srl di Udine (laboratorio di olfattometria dinamica), Metalworld spa di Pavia di Udine (produzione utensili di precisione per la lavorazione del legno ed i suoi derivati, materie plastiche e leghe leggere), Mep spa di Reana del Roiale (progettazione e costruzione macchinari per la lavorazione del ferro in tondo per cemento armato), M.M. srl di Udine (produzione e commercializzazione di grigliati e vari altri prodotti in vetroresina e materiale composito), Moroso spa di Tavagnacco (progettazione e produzione di mobili imbottiti e complementi d’arredo d’alto design), Precision Meck srl di Moimacco (produzione di particolari meccanici, costruzione di macchine utensili ed attrezzature specifiche, lavorazioni meccaniche di precisione), Serrametal srl di Mortegliano (produzione serramenti, facciate continue e pensiline, carpenteria metallica), Sifa srl di Reana del Roiale (produzione e progettazione di impianti di carpenteria metallica), Snaidero spa di Majano (progettazione e produzione di cucine componibili), Taghleef Industries spa di San Giorgio di Nogaro (produzione e commercializzazione di polimeri e film tecnici in genere), Tecnomaster spa di Pavia di Udine (produzione e commercializzazione di circuiti stampati monofaccia, doppiafaccia e multistrato) e Wolf Sauris Prosciuttificio spa (produzione e vendita di prosciutti e salumi).

Il progetto coinvolge gli studenti e gli insegnanti delle scuole: IP Ceconi di Udine, Isis della Bassa Friulana di Cervignano e di San Giorgio di Nogaro, Isis D’Aronco di Gemona del Friuli, Isis Solari di Tolmezzo, ISIS Malignani di Udine e di San Giovanni al Natisone, ITI Bearzi di Udine e Liceo Artistico Sello di Udine.

Diciotto edizioni di “Fabbriche Aperte” sono davvero tante e testimoniano il radicamento nel nostro territorio di un’iniziativa che rappresenta un momento significativo di contatto da parte delle scuole della provincia con la realtà della produzione industriale. Le aziende stesse sono consapevoli dell’importanza di offrire agli studenti e ai docenti questa opportunità e, nonostante gli impegni e le problematiche del quotidiano, si sono sempre adoperate in tutti i modi per mettersi a disposizione dei giovani visitatori. Si tratta di un importante impegno organizzativo attraverso il quale Confindustria Udine supporta le scuole nella pianificazione dei precorsi di alternanza scuola lavoro, che poggia sulla collaborazione dei docenti e sull’interesse degli studenti per sviluppare la conoscenza non solo delle nuove frontiere dell’innovazione e della ricerca, ma anche del contributo che l’uomo può dare, con la sua creatività e competenza, a valorizzare le nuove tecnologie.

Share Button