19/09/2021

VIII Forum mitteleuropeo dell’Euroregione Aquileiese

EUROPA: FRAMMENTAZIONE O RICOMPOSIZIONE?
Il dovere ed il coraggio di parlarne

SALA CONVEGNI DELLA FONDAZIONE CRUP-CASSA DI RISPARMIO DI UDINE e PORDENONE
Udine – Via Manin, n.15
Udine – 19 ottobre 2012

Il 25 marzo 1957, fu sottoscritto in Roma il trattato istitutivo della Comunità Economica Europea, un atto di rilevanza epocale che sancì un processo d’integrazione politica tale da determinare una nuova visione dei destini dei Popoli europei. Tale atto segnò l’inizio della fine delle ideologie nazionalistiche del XIX secolo e delle tragedie europee di quello appena conclusosi. Nell’ormai (politicamente) lontano 1957 oltre ai 6 Paesi fondatori, in Europa c’erano altri 26 Stati, più la Repubblica Democratica Tedesca, riconosciuta solo dai “confratelli” Paesi comunisti. Totale: 33. Oggi gli Stati europei hanno raggiunto il numero di 45, più altri 3 autoproclamatisi indipendenti: il Kosovo (riconosciuto a livello internazionale solo da alcuni Paesi), la Repubblica Turca di Cipro del Nord (riconosciuta solo dalla Turchia) e la Transnistria (senza alcun riconoscimento), totale: 48. Va altresì rimarcato come questa proliferazione statuale sia sostanzialmente avvenuta nel corso degli ultimi vent’anni, in larga misura quale effetto dell’uscita di scena dei totalitarismi.
Un processo di frammentazione che peraltro non appare esaurito, e non necessita essere degli analisti esperti per considerare possibili ulteriori variazioni di colore alla carta politica d’Europa.

QUALE FUTURO?
E’ la fine dello stato nazionale teorizzato nel XIX secolo o è un’Europa che ritrova nelle sue radici l’essenza delle sue reali identità e la conseguente necessità d’unione? E’ l’Europa dei Popoli o un’Europa tribale che frantuma se stessa? E’ un anelito di libertà o la balcanizzazione dell’Europa? E’ un imbarbarimento o un nuovo rinascimento?
Dubbi e problemi che attendono da tempo un sereno confronto ed un’analisi scevra da contingenti assetti politici.Quale potrà essere allora l’Europa nel 2025? Ogni cambiamento è di per sé dirompente, ma se lo scopo finale del processo d’integrazione è quello di raggiungere l’unione politica europea, allora sarà bene valutare quale via potrà essere più utile e funzionale a tale scopo, senza alcun timore e con un pragmatismo degno di una nobile causa.

QUALE EUROPA?
L’Europa che s’intravede non potrà certo essere quella dei burocrati, delle quote, dei parametri, dei mercanti, delle borse e delle banche, ma un’Europa che trae unità e coesione proprio dalle sue forze identitarie ed ove parole quali federalismo, autonomismo, regionalismo non saranno temute bensì modelli di affidabile riferimento. Laboratori di coesione europea. L’argomento proposto pare pertanto di condivisa attualità, per un comune procedere che garantisca stabilità, coesione ed unità politica al nostro continente.

I LAVORI DEL FORUM
I lavori del convegno si articolano, come sempre, in una spontanea successione di relatori, tanto rappresentanti le rispettive Istituzioni quanto esperti dei processi geo-politici in atto. Un forum ove ognuno è libero di offrire opinioni, visioni, stimoli e sfide in un coinvolgente confronto d’alto profilo di competenze. Il meeting pertanto intende coinvolgere le Istituzioni europee, nazionali, euro-regionali e regionali; diplomazie e funzionari con responsabilità istituzionali; sociologi e studiosi dei processi evolutivi geo-politici; media nazionali e internazionali, dai quali ci si attende ricevere spunti, suggerimenti e soprattutto progetti utili a costruire un network o dei gruppi di lavoro europei in grado di sviluppare lobby e progettualità comuni, confidando che ciò rappresenti un ulteriore non secondario stimolo a qualificate presenze.
Le lingue ufficiali del convegno sono l’italiano e l’inglese.

Giovedì 18 ottobre 2012
Venerdì 19 ottobre 2012

– Ore 9.00      Registrazioni
– Ore 9.30      Saluti istituzionali
– Ore 10.00    Apertura lavori – Relazioni dei Delegati dei singoli Paesi                
– Ore 14.30    Ripresa dei lavori
                        Dibattito e conclusioni
– Ore 17.00    Termine dei lavori
 
Presidenza e Segreteria del forum
Organizzazione:    Associazione Culturale Mitteleuropa
                                Via San Francesco, 34 – 33100 Udine
Telefono e fax:     +39 0432 204269
Segreteria e logistica:   dott. Eva Sušková
E-mail:                              segreteria@mitteleuropa.it
Website:                           www.mitteleuropa.it

Con il sostegno e la collaborazione di:
C.E.I. – Central European Initiative – Segretariato Generale Trieste
Assessorato alla Cultura – Relazioni Internazionali e Comunitarie della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone

Share Button

Comments are closed.

Cheap Tents On Trucks Bird Watching Wildlife Photography Outdoor Hunting Camouflage 2 to 3 Person Hide Pop UP Tent Pop Up Play Dinosaur Tent for Kids Realistic Design Kids Tent Indoor Games House Toys House For Children
Translate »