18/12/2018

“Siamo ancora in piena emergenza aviaria e il protrarsi di questa situazione sta seriamente mettendo a rischio il futuro di molte aziende: chiediamo al Governo di prevedere nella Finanziaria, che dovrà essere varata entro la fine dell’anno, le necessarie risorse atte a garantire gli aiuti agli allevatori, da erogare in tempi certi e con le modalità più snelle possibili”.
Lo ha detto oggi l’assessore all’agricoltura della Regione del Veneto, Giuseppe Pan, all’incontro da lui convocato a Palazzo Balbi con le associazioni di categoria del mondo agricolo e i rappresentanti della filiera avicola, annunciando che chiederà immediatamente, coordinandosi con le altre Regioni colpite, la Lombardia e l’Emilia Romagna, un nuovo incontro urgente con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali per la situazione di crisi è tale da non poter più procrastinare i necessari interventi.
Dall’illustrazione del servizio veterinario regionale è emerso che il fenomeno dell’influenza aviaria si è intensificato nella seconda parte di quest’anno: i focolai sono aumentati e il contagio si è diffuso non solo per contatto diretto con i volatili selvatici portatori del virus, ma anche attraverso la cosiddetta diffusione secondaria, cioè tra gli stessi allevamenti.
I danni si dividono in diretti, relativi all’indennizzo degli animali abbattuti e alle spese di distruzione degli animali, e in indiretti, quelli conseguenti al fermo obbligatorio e quindi al divieto di “accasamento”, cioè di reintroduzione di animali in allevamento. Per i primi la cifra ammonta a 10 milioni di euro, dei quali solo 2,5 sono stati liquidati e altri 3 milioni sono stati stanziati dal Ministero ma non ancora erogati. Per i danni indiretti, stimati in 25 milioni di euro, non ci sono purtroppo a oggi certezze di indennizzi ed è necessario intervenire con forza presso l’Unione Europea affinché sia contemplato il ristoro dei danni dovuti a questi periodi di “fermo obbligatorio”.
“La Regione del Veneto, come avevo anticipato qualche settimana fa, sta facendo la sua parte – ha precisato l’assessore Pan – e nell’ultima seduta di Giunta abbiamo approvato una deliberazione, che passa ora all’esame del Consiglio, che prevede lo stanziamento di 5 milioni di euro del Programma di Sviluppo Rurale specificatamente destinati alle imprese avicole che investiranno in biosicurezza e in nuove tecniche di allevamento”.

Share Button

Comments are closed.