21/01/2018

Fincantieri ha firmato un’intesa, non ancora del tutto vincolante, con il gruppo statunitense Carnival Corporation & plc – la più grande compagnia crocieristica mondiale che con i suoi 10 brand e le 102 navi in attività è un vero colosso. Già oggi vi sono altre 19 navi in costruzione, unità che solcheranno i mari tra il 2017 e il 2022, alle quali si aggiungeranno altre due navi da crociera, del valore complessivo di oltre 1 miliardo euro frutto dell’intesa annunciata da Fincantieri. Le due nuove unità saranno destinate ai brand Holland America Line (HAL) e Princess Cruises. I relativi contratti sono soggetti a diverse condizioni tra cui finanziamento all’armatore; saranno operativi nella prima parte del 2017 salvo sorprese ora possibili con l’entrata in campo di Donald Trump che come è noto vuole privilegiare il manufatturiero a stelle e strisce. Il nuovo presidente, dicono voci, potrebbe decidere di ostacolare questi contratti all’estero imponendo alla compagnia Usa di dare lavoro solo negli States, pena appesantimenti fiscali. L’unità per HAL sarà costruita a Marghera con consegna nel 2021), sarà una nave con 99.500 tonn. di stazza lorda e una capacità di 2.660 passeggeri, sarà la terza nave della serie “Pinnacle” dopo “Koningsdam”, consegnata a marzo 2016, e “Nieuw Statendam” (ultimata in 2018), entrambe a Marghera. L’unità per Princess Princess sarà invece realizzata a Monfalcone ed entrerà a far parte della flotta dell’armatore nel 2022, con una stazza di 145 mila tonnellate di stazza lorda potrà accogliere 3.660 passeggeri.

Share Button