23/09/2018

Si terranno mercoledì 6 giugno alle ore 17 nella Chiesa Parrocchiale di Feletto Umberto i funerali del senatore Mario Toros, più volte ministro della Repubblica nel Governo Moro, figura di grande rilievo nella storia politica italiana e del Friuli Venezia Giulia.

L’Assemblea del Friuli Venezia Giulia giovedì 7 giugno renderà omaggio alla figura di Mario Toros, morto all’età di 96 anni, una vita dedicata all’impegno sociale e politico, vissuta con passione, competenza, lungimiranza, ascolto costante della gente, capacità di confronto e mediazione, uniti a un grande amore per la sua terra. la Presidenza del Consiglio regionale ha annunciato che la commemorazione

in Aula all’apertura dei lavori dell’Assemblea convocata per la discussione sul programma di governo presentato dal presidente della Regione Massimiliano Fedriga.

E tra i primi saluti ne ciatiamo alcuni:

“Pochi politici come Mario Toros hanno inciso così tanto nella storia della nostra regione – commenta Fedriga – e lo stare vicino alla gente agendo per il bene della comunità è l’esperienza che più delle altre ci viene da lui lasciata in eredità ed è la stessa che ci motiva ad andare avanti, senza mai perdere la capacità di saper ascoltare prima di decidere”.

“Con la scomparsa di Mario Toros perdiamo un punto di riferimento e un modello di impegno civile”, ha affermato il vicepresidente della Camera dei Deputati Ettore Rosato…” A lui molto dobbiamo anche per come si adoperò per la nostra regione dopo il terribile terremoto del 1976. Ci lascia un patrimonio di sapienza nella gestione della cosa pubblica che – conclude – sono certo non andrà disperso”.

“Piango la scomparsa di una delle figure più nobili e autorevoli dello scenario politico regionale del ‘900, una voce saggia e competente che ancora oggi avevo il privilegio di poter ascoltare…” Così il vicegovernatore della Regione Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi. “Con lui – ha ricordato ancora Riccardi – il Friuli perde anche uno dei padri della ricostruzione. Fu egli infatti il relatore a Camere sciolte della conversione in legge del decreto per il post terremoto”.

”Sono commosso per la scomparsa del senatore Mario Toros, un grande friulano, leader di riferimento non solo per i cattolici democristiani. Ai tempi in cui dirigeva l’Ente Friuli Nel Mondo ed ero presidente regionale organizzammo un importante convegno a Buenos Aires con i giovani imprenditori italiani. Fu un momento molto significativo. Nonostante la non più giovane età, infatti, Toros riuscì a trasmettere un’enorme passione”. Così il presidente di Autonomia Responsabile e parlamentare, Renzo Tondo Il capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Sergio Bolzonello esprimendo il suo cordoglio personale e di tutto il gruppo consiliare regionale, ha sottolineato che “Toros, insieme a figure come Tessitori, ha rappresentato un esempio e una guida per intere generazioni di politici e amministratori. È stato una delle maggiori figure che ha onorato la nostra comunità regionale, prima contribuendo a fondare la Cisl, poi come parlamentare e come ministro del Lavoro nel governo Moro. Il suo esempio deve rimanere vivo nelle memorie anche delle future generazioni di amministratori e dei cittadini”.

Share Button

Comments are closed.