16/12/2017

“E’ stata oggettivamente straordinaria la prima risposta del territorio all’iniziativa regionale di riconoscimento dei distretti del commercio, avviata nel settembre scorso con l’approvazione, da parte della Giunta regionale, dei relativi criteri e delle modalità di presentazione delle domande”. A dirlo è l’assessore veneto all’economia e al commercio Roberto Marcato rendendo noto che sono pervenute alla Regione, al termine di scadenza del 30 novembre 2017, 58 domande.
“Ciò significa – aggiunge – che abbiamo centrato l’obiettivo e che i Comuni credono nel modello distrettuale come una chiave di volta per il rilancio e la competitività delle polarità urbane, puntando sulla sinergia tra le attività commerciali e le diverse attività economiche dei contesti territoriali di riferimento”.
Delle 58 domande pervenute entro i termini 17 sono state presentate dai comuni in forma associata, per cui complessivamente risultano interessate dall’iniziativa 96 amministrazioni comunali. Altre 29 domande sono state presentate dai comuni destinatari del finanziamento regionale concesso con il bando del 2014 per le progettualità sperimentali dei primi modelli distrettuali applicati al settore del commercio.
Sono 10 invece le domande presentate da comuni i cui progetti erano stati ammessi nella graduatoria del 2014 ma non finanziati; infine, le restanti 19 domande provengono da Comuni che hanno intrapreso ex novo il percorso di elaborazione del modello distrettuale.
“I comuni veneti – conclude Marcato – ancora una volta hanno dimostrato di saper raccogliere quella che può essere vista come una sfida che la Regione ha voluto proporre: dimostrare che con la sinergia e la collaborazione tra tutte le componenti economiche e sociali del territorio e le associazioni di categoria si riesce a rivitalizzare il commercio nelle nostre città”.

Share Button