17/11/2018

“Quando nel 1984 un piccolo gruppo di giovani guide entusiaste usciva dal primo corso professionale istituito dalla regione, per diplomare “Guide Turistiche Autorizzate per la Regione Friuli Venezia Giulia”, alcune di noi si chiesero quale poteva essere il valore aggiunto di questa regione nella storia d’Italia e quale il suo apporto possibile nella storia del mondo. E’ bastato guardarsi intorno… così, parafrasando la frase di Ippolito Nievo, il “piccolo compendio dell’universo geografico” diventò immediatamente per noi quello che abbiamo intitolato “Aula a Cielo Aperto”.

Copia di Va17_ConfStampa_UD-MattiussiCosì ha esordito la presidente di Itineraria, Maria Paolo Frattolin, nel presentare alla stampa nel palazzo della Provincia di Udine, insieme al vice sindaco di Manzano Lucio Zamò e al vicepresidente della Provincia di Udine, Franco Mattiussi, la tredicesima edizione di Ville Aperte, in calendario il primo maggio, che porterà alla scoperta di 17 siti tra ville, case forti e parchi, comprendenndo anche la chiesa SS.TRinità a Risano di Pavia di Udine, l’abbazia di Rosazzo,i resti del castello di Manzano e l’acetaia Midolini.

Itineraria e l’associazione Guide Turistiche Autorizzate per la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, nata nel 1993 con la missione di sviluppare e promuovere il turismo culturale in regione.

Non serve essere profondi conoscitori di Storia o di Arte, basta essere un po’ curiosi per capire che, dal Paleolitico all’Età Contemporanea, la nostra storia è riccamente documentata in questa regione tanto che Itineraria ha voluto eleggerla ad aula per delle lezioni speciali a cielo aperto.

Copia di VA17_ConfStampa_sala 2“Se saremo in grado di insegnare ai nostri figli a vedere, essendo per loro vigile guida alla visione – commenta Maria Paola Frattolin – sapranno riconoscere la bellezza che gli appartiene, impareranno a custodirla, soprattutto nessuno potrà defraudarli di essa”.

Dopo molti anni, da quel lontano 1984, oggi siamo testimoni di un flusso di turismo in crescita, in particolare studentesco, che viene a visitare la nostra regione perché tutta la storia d’Italia è passata di qui, affascinante, splendente o dolorosa.

Se il nostro territorio è riconducibile a un’aula, le dimore storiche con la loro storia, architettonica, urbanistica, paesaggistica, artistica e, non dimentichiamo, familiare, ne sono uno degli assi portanti.

Nelle Ville possiamo tracciare una storia che parte dal mondo romano, politico, sociale e agricolo, per arrivare fino a noi, superando le vicende di un Medioevo complesso, per approdare alla rinascita cinquecentesca, seguita da un’espansione dinamica, che rallenterà solo nell’Ottocento.

Trenta guide turistiche, autorizzate dalla regione Friuli Venezia Giulia, saranno presenti nelle ville per guidare i visitatori, tenendo in primo luogo alla tutela dei proprietari delle loro dimore storiche. Nel suo complesso, l’iniziativa coinvolge un centinaio di persone, operatori del settore ma anche molti volontari. La manifestazione Ville Aperte rende possibile la visita di ambienti privati, solitamente chiusi al pubblico per la gran parte dell’anno. Le visite, già di per sè affascinanti, sono ulterirmente arricchite da mostre e mercatini, gite in carrozza trainata da cavalli, degustazioni di vino e prodotti della gastronomia locale. A questo settore appartengono gli agriturismi, le trattorie e le osterie con cucina che partecipano a Ville Aperte.

Lo sforzo sinergico delle amministrazioni comunali di Buttrio, Manzano, Pavia di Udine, Pradamano, Premariacco e San Giovanni al Natisone, aderenti al gruppo “Noi, cultura e turismo”, che sostengono Ville Aperte, permette la gratuità degli ingressi e delle guide turistiche

villeapertefvg

ELENCO DELLE VILLE CHE PARTECIPANO ALL’EDIZIONE 2017

In ordine alfabetico per comune e per nome della villa

Casa Beltrame Peruzzi, via Beltrame, 18, Caminetto di Buttrio (Ud)

Parco di Villa di Toppo Florio, via Morpurgo, 6, Buttrio (Ud)

Villa Dragoni Danieli, Via Florio, 18, Buttrio (Ud)

Belvedere e Oratorio di Villa de Marchi Ottelio, via Orsaria, 1, Località Ottelio, Manzano (Ud)

Casa Forte Nussi Deciani, via dei Ronchi, 12, Case di Manzano (Ud)

Villa Romano, via S. Tommaso, 8, Case di Manzano (Ud)

Villa Agricola Pighin, via della S.S. Trinità, 1, Risano di Pavia di Udine (Ud)

Villa Frattina Caiselli, piazza della Vittoria, Percoto di Pavia di Udine (Ud)

Villa Caimo Dragoni, via Libertà 4, Lovaria di Pradamano (Ud)

Villa Giacomelli, via Roma 47, Pradamano (Ud)

Villa Ottelio, via torricelle 20, Pradamano (Ud)

Rocca Bernarda, via Rocca Bernarda 27, Ipplis di Premariacco (Ud)

Villa de Brandis, via Roma, 117, San Giovanni al Natisone (Ud)

SONO INOLTRE VISITABILI I SEGUENTI SITI:

Abbazia di Rosazzo, piazza Abbazia, 5 Manzano (Ud)

Acetaia Midolini, via delle Fornaci, 1, Manzano (Ud)

Area archeologica del Castello di Manzano e sentiero della Sdricca, Manzano (Ud)

Chiesetta SS. Trinità, via SS. Trinità, Risano di Pavia di Udine (Ud)

Share Button

Comments are closed.