21/10/2018

La Giunta regionale veneta, su proposta dell’assessore all’Ambiente Gianpaolo Bottacin, nell’ultima seduta ha aumentato da 500.000 a 850.000 euro lo stanziamento iniziale previsto da una delibera di agosto che aveva promosso un bando attraverso cui si concedevano dei contributi per la rottamazione di autoveicoli inquinanti che fossero sostituiti con mezzi a basso impatto ambientale. “Con i soldi inizialmente previsti – spiega Bottacin – venivano finanziate oltre la metà delle 275 domande ammissibili su 305 totali pervenute. La nuova delibera, aggiungendo ulteriori 350.000 euro, permette oggi di dare copertura integrale a tutte le richieste”. Nel dettaglio il bando prevedeva l’assegnazione di contributi da 2000 a 3500 euro a seconda che si fosse scelto di acquisire un auto bifuel (2000 euro) o veicoli ibridi o elettrici (3500 euro). “Per dare anche un aiuto sociale alle categorie meno abbienti – prosegue l’assessore – avevamo deciso di assegnare prioritariamente i contributi alle fasce di reddito più basse. Con questa nuova delibera peraltro siamo soddisfatti per aver potuto coprire tutte le istanze dando una risposta concreta ai tanti che avevano creduto nella nostra iniziativa”. “Comunque non ci fermiamo qui – conclude Bottacin – con l’obiettivo che il governo nazionale si impegni con altrettante risorse di quelle che sta già mettendo la Regione in materia di tutela dell’aria. Come stabilito anche nell’accordo firmato in giugno a Bologna con il Ministero dell’Ambiente insieme alle altre regioni del Bacino Padano, continueremo a finanziare proposte di questo tipo. E tra le varie, visto il davvero grande interesse riscontrato dal bando sulle auto da rottamare, stiamo già ragionando per riproporlo anche l’anno venturo”.

Share Button

Comments are closed.