17/11/2018

Fuji, la montagna sacra per il popolo giapponese, e lo Zoncolan, la montagna “sacra” per i ciclisti, sono gemellati e tra Friuli Venezia Giulia e la Prefettura di Shizuoka (alle falde del Fuji) si aprono
interessanti spazi di collaborazione. La “conferma” è giunta pochi giorni fa da Udine, dove il vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello, il manager Enzo Cainero ed il rappresentante della Prefettura di Shizuoka, Masao Shimizu, hanno ufficializzato il primo atto di questa cooperazione, ad iniziare dall’appuntamento della Carnia Classic International, da oggi Fuji-Zoncolan, del prossimo 30 agosto, che vedrà giungere sulla montagna friulana le prime schiere di appassionati ciclisti del Sol Levante. L’appuntamento si ripeterà nei prossimi anni, con il 2016
candidato ad ospitare ciclisti friulani e non sulle strade che
portano in vetta al Fuji, dove viene organizzata un’analoga corsa
ciclistica, per giungere, con molte ambizioni, al 2020, quando il Giappone ospiterà i Giochi olimpici. Il “matrimonio” tra ciclismo e montagna FVG non si ferma qui: se, infatti, il direttore del Giro d’Italia di ciclismo Mauro Vegni ha confermato che è già allo studio un progetto per riportare la corsa rosa in Friuli Venezia Giulia nel 2016, il commissario tecnico della Nazionale Davide Cassani
ha annunciato che a giugno e luglio Piancavallo e Ovaro saranno le sedi di due raduni delle Nazionali under 23 e juniores.

Share Button

Comments are closed.