16/11/2018

La  5^ edizione di Cucinare, Salone dell’enogastronomia e delle tecnologie per la cucina alla Fiera di Pordenone, che si è appena conclusa,  è stata visitata da circa 18.000 visitatori, superando ben  del 30% il risultato da record della precedente edizione,  a conferma della crescita di questo appuntmento fieristico, diventato un riferimento per il settore a Nordest.

Pienone nei padiglioni nella giornata di sabato e soprattutto domenica ma il flusso di pubblico è stato costante anche lunedì e martedì quando si sono concentrati gli operatori di settore: Cucinare infatti si rivolge ad un doppio target di visitatori, appassionati gourmet e ristoratori professionisti. Grande entusiasmo per gli show cooking delle ultime star in fiera: Hirohiko Shoda, detto Hiro, personaggio televisivo e radiofonico, autore di libri di cucina, consulente e docente in diverse accademie di cucina.  Diego Bongiovanni, cuoco da show, molto noto ed amato, è entrato subito in sintonia con il pubblico di Cucinare grazie al carisma, il sorriso e la semplicità ma ha dimostrato anche grande preparazione tecnica in cucina e conoscenza dei prodotti come dimostrano i suoi piatti. Gran finale con lo chef più amato di sempre a Cucinare, Luca Montersino, ospite sold-out di tutte le edizioni della manifestazione. Montersino è l’unico pasticcere italiano che si occupa di pasticceria alternativa e salutistica e ha ribadito anche in fiera la sua teoria: “non sono i dolci i nemici della salute ma la qualità degli ingredienti e la scarsa attenzione per valori nutrizionali e calorici”.

slidehp2

A Cucinare  le associazioni, le istituzioni, le aziende, le parti sociali e produttive hanno dato il loro meglio per presentare le filiere agroalimentari che sono una delle eccellenze del  territorio, fonte di lavoro e di indotto turistico   – il commento a fine manifestazione di Renato Pujatti presidente di Pordenone Fiere  che continua – Cucinare ha anche il merito di fare educazione alimentare e proprio questo grande impegno nella diffusione della cultura per il cibo, della tutela dell’ambiente e dell’attenzione per la salute è stato condiviso dai nostri partner ed è stato al centro di molti eventi collaterali in programma soprattutto all’interno della speciale sezione Cucinare Green che è stata una tra le più apprezzate dal pubblico.

Il grande successo mediatico di Cucinare è merito oltre che della grande partecipazione di espositori, sponsor e partner, anche della carrellata di chef stellati e volti noti della TV- sottolinea Pujatti – e  il merito è di Fabrizio Nonis e della sua squadra, creatore di questo format e grande coordinatore della macchina organizzativa.

Crédit Agricole FriulAdria, anche quest’anno main partner di Cucinare,  ha istituito un premio a sostegno di giovani chef emergenti veneto friulani, la premiazione dei vincitori si è tenuta proprio durante l’inaugurazione di Cucinare.

Cucinare 2017 ha avuto anche una importante valenza sociale grazie all’iniziativa della Camera di Commercio di Pordenone e FIPE ASCOM che hanno realizzato nell’ambito della manifestazione attività di promozione a sostegno dell’economia e delle imprese colpite dagli eventi sismici del centro Italia.

L’Azienda Speciale ConCentro dell’Ente camerale ha coordinato la presenza in fiera di 16 imprese agroalimentari delle provincie di Perugia e Rieti che hanno potuto far conoscere e vendere al pubblico e agli operatori del settore i loro prodotti, mentre all’interno dello stand di Fipe ogni giorno i visitatori hanno degustato la pasta all’amatriciana del Ristorante da Patrizia di Amatrice completamente distrutto dal terremoto donando il proprio contributo alla ricostruzione di quelle terre.

Fipe e Ascom Confcommercio di Pordenone hanno anche coordinato la presenza di tanti chef del territorio che hanno condiviso il palcoscenico di Cucinare con le stelle della cucina internazionale. Nello spazio espositivo  di Coop Alleanza 3.0  dedicato ai bambini,  si sono svolte  tante attività quotidiane, tutte gratuite, rivolte ai ragazzi dai 4 ai 14 anni che hanno potuto fare il pane, le salsicce, la mozzarella o imparare a fare bene la spesa, accompagnati da esperti fornai, macellai, casari e da Lorenzo Branchetti, il cuoco “pasticcione” della “Prova del cuoco”, conduttore della “Melevisione” su Rai Yo-Yo.

Ersa, Agenzia Regionale per lo Sviluppo Rurale, ha fatto da capofila per la presenza a Cucinare di tutto il mondo delle Pro-Loco regionali.  E’ stata un occasione per scoprire le ricette dei cibi che hanno fatto la storia del nostro territorio e conoscere i segreti per realizzarli a casa propria.

Tra le tante le collaborazioni prestigiose che hanno affiancato la manifestazione,  per la prima volta Palagurmé di Pordenone, nuova struttura polifunzionale di Pordenone dedicata a fare formazione e divulgare cultura e qualità del food & beverage,  Slow Food,  i  sommelier di AIS FVG, FISAR Pordenone e FIS FVG. Da sempre Cucinare collabora con le principali scuole alberghiere del territorio che partecipano alla realizzazione degli showcooking e di tutte le attività in fiera: a Cucinare 2017 erano presenti gli studenti degli istituti Flora di Pordenone,  Ial di Aviano e Stringher di Udine e Linussio di Codroipo. Sono media partner della manifestazione Italia a Tavola, Fuocolento, QB Quantobasta, I Grandi Vini e Sconfinando.

Share Button

Comments are closed.