21/05/2018

Nei primi 9 mesi di quest’anno, si registra un calo delle assunzioni pari al 13% rispetto all’analogo periodo dello scorso anno. Gli avviamenti, da gennaio a settembre 2013, sono stati 58 mila 346 a fronte dei 67 mila dei primi nove mesi dell’anno scorso. Il saldo tra nuovi avviamenti e interruzioni è positivo per 1860 unita’ sebbene in calo rispetto all’analogo periodo del 2012 (2394 unita’). In generale si evidenzia che il 2013 è tra gli ultimi 6 anni quello con il minor numero di assunzioni in assoluto. Nell’ambito delle assunzioni per macrosettori, in provincia di Udine, tra il 4° trimestre 2012 e il 3° trimestre 2013 rispetto allo stesso periodo del 2011/2012, si registrano valori positivi (+1,3%) solo per l’agricoltura, in calo l’industria (-2,6%), le costruzioni (-3,1%) e i servizi (- 15,1%). Nella tipologia di contratti, forte flessione per quelli relativi al tempo indeterminato (-19,7%), calano del 10,6% quelli a tempo determinato. Si registra, inoltre, un aumento delle ore di cassa integrazione ordinaria pari a 1 milione 433 mila a fronte di 1 milione 311 mila dell’analogo periodo del 2012. Questo lo scenario della situazione occupazionale sul territorio della provincia di Udine illustrato oggi – mercoledì 4 dicembre – in occasione dell’insediamento della Commissione provinciale per il lavoro. Quella odierna, infatti, è stata la prima seduta dell’organismo riconvocato dopo le elezioni amministrative di aprile. In apertura, l’intervento dell’assessore al lavoro Leonardo Barberio che ha messo in luce l’impegno della Provincia di Udine per sostenere l’occupazione. “Un impegno al quale continueremo a far fronte per contribuire, con i nostri servizi di politiche attive del lavoro, le varie progettualita’ per i giovani, i disabili, le donne e i disoccupati che stentano a ricollocarsi, i lavori socialmente utili e di pubblica utilita’, a far ripartire il Friuli. Fondamentale – ha aggiunto Barberio – per il ricollocamento lavorativo, l’attività dei Centri per l’impiego (10 sulla provincia di Udine ai quali si affiancano anche lo sportello di Manzano e Lignano) che, insieme con gli uffici centrali del lavoro, effettuano un servizio puntuale di incrocio domanda-offerta, elaborano i curricula, ricevono e pubblicano le offerte di lavoro delle aziende, visitano le realtà produttive, impostano anche percorsi formativi e offrono anche consulenze in materia contrattuale”. Durante la seduta, inoltre, è stato nominato quale vicepresidente della Commissione, Franco Colautti, segretario provinciale della Cisl Alto Friuli. Rimarrà in carica per sei mesi; poi, come stabilito dal regolamento che, per questo ruolo, prevede la turnazione tra parte sindacale e datoriale, sarà sostituito da un esponente del mondo imprenditoriale.  
Focus Terzo trimestre. Nel terzo trimestre 2013, si registra un decremento delle assunzioni pari all’8,3% rispetto al terzo trimestre 2012. Il saldo assunzioni-cessazioni nel periodo luglio-agosto-settembre 2013 è negativo per 3117 unità (i nuovi avviamenti sono stati 19660, le interruzioni 22.777) in miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2012 quando il saldo era negativo per -4.769.  Il saldo negativo è influenzato anche dalla stagionalità del mercato del lavoro. Analizzando i dati in base all’età, si evidenzia che nel quinquennio 2007-2012, la maggior parte dei disoccupati si concentra nella fascia d’età 21-30 anni (+56,2%) e over 50 (+66,6%).
Composizione Commissione Provinciale, componenti effettivi: presidente è l’assessore Leonardo Barberio; per Confindustria Maria Grimaldi ed Eva Pividori, per l’Api (Associazione piccole e medie imprese) Federica Tessitori, per l’artigianato Alfredo Cappellini e Mario Cozzi (Confartigianato), Carlo Tomasin per Cna; per le cooperative Loris Bianchet (Associazione cooperative friulane), Federica Visentin (Legacoop) e Emanuele Cruder (Agci); per l’agricoltura Eva Ursella (Coldiretti), Leopoldo Trevisan (Confagricoltura) e Paolo Fantin (Cia); per commercio e turismo Michele Bin e Antonio Dalla Mora (Confcommercio), Marco Zoratti (Confesercenti). Componete sindacale: per la Cgil Alessandro Forabosco (segretario provinciale), Francesco Buonopane, Emiliano Giareghi e Maurizio Balzarini; per la Cisl Roberto Muradore (segretario provinciale), Renata Della Ricca, Paolo Mason, Franco Colautti, Valentino Bertossi; per la Uil Ferdinando Ceschia (segretario provinciale) e Massimo Minen; per l’Ugl Valter Rizzi e Augusto De Laurentiis; per la Conf.Sal  Roberto Cazzanti; per l’associazione dirigenti delle aziende industriali Antonio Pesante; per il Coordinamento delle associazioni delle persone disabili, Edda Calligaris. Membro di diritto è la consigliera provinciale di parità Elisabetta Basso.

Share Button

Comments are closed.