07/07/2020

“Siamo sempre disponibili al confronto, ma dopo essere stata la Regione del nord con i migliori dati sull’emergenza pandemica, trovo che parlare di commissione d’inchiesta per la gestione del coronavirus in Friuli Venezia Giulia sia stato ingeneroso e controproducente”.

Così il governatore Massimiliano Fedriga al Consiglio regionale sulla proposta di un gruppo di consiglieri, bocciata dall’Aula, di istituire la commissione.

I dati sulla gestione dell’emergenza, sottolinea Fedriga, vedono il Friuli Venezia Giulia primeggiare non solo nel Nord ma anche a livello nazionale, rievoncando i giorni drammatici in cui venivano contestate le ue decisioni di imporre la mascherina, protezione poi giudicata fondamentale anche dall’Oms, o quando assumeva la decisione di chiudere le scuole e le università, contestato da altri schieramenti politici che le volevano tenere aperte.

“La richiesta di una commissione d’inchiesta – ha detto Fedriga – ha avuto un intento provocatorio e produce un danno a livello nazionale e internazionale”.

Il governatore ha colto l’occasione del suo intervento in Consiglio regionale anche “per ringraziare i cittadini per il loro comportamento integerrimo e tutti gli operatori della sanità”.

Al no all’istituzione della commissisone da parte del centro destra   risponde il pentastellato   consigliere regionale Andrea ussai che afferma come  “Negare un momento di approfondimento non è un bel segnale. Non vogliamo dire che c’è qualcosa da nascondere, ma indubbiamente è un’occasione persa per garantire trasparenza e collaborazione”.

“Non c’era alcun fine strumentale nella nostra richiesta  – afferma Ussai –  volevamo capire il perché di certe situazioni, valutare eventuali errori per fare in modo che non si ripetano e programmare il futuro per essere pronti ad un’eventuale recrudescenza dell’epidemia”. “Abbiamo sempre riconosciuto un comportamento istituzionalmente corretto al presidente Fedriga, e non abbiamo mancato di sottolineare che prendere decisioni in questi momenti è particolarmente complesso – conclude il pentastellato -. Rimandiamo al mittente l’accusa di volere attaccare il Friuli Venezia Giulia”.

Share Button

Comments are closed.