18/09/2018

Un convegno e una Mostra fotografica per leggere il passato e progettare il futuro

Nell’aprile del 1967, nasceva la Comunità Collinare del Friuli. Un Consorzio volontario di 16 Comuni (ora sono 15 per una popolazione di circa 50 mila cittadini) con caratteristiche peculiari, unico nella regione Friuli Vg e secondo, per anagrafe, in Italia. Un sodalizio fondato a distanza di soli tre anni dalla creazione della nostra Regione autonoma e prima ancora delle Comunità montane. Un progetto sociale, economico e amministrativo che ha spesso giocato in anticipo sui tempi con idee, progetti e iniziative dalle caratteristiche innovative e condivise. Ma una generazione di amministratori è passata e, i 50 anni di attività meritano una riflessione, oltre la celebrazione.

Per questo motivo, il Consiglio di amministrazione del Consorzio, in accordo con l’Assemblea dei Sindaci, ha deciso di organizzare un seminario, sabato 2 dicembre, alle ore 10.00, presso la Sala convegni della Comunità, al Castello di Colloredo di Monte Albano, in cui Roberto Molinaro (per molti anni presidente della Collinare), Mario Bertolissi (costituzionalista) e Francesco Marangon (professore di Economia ed Estimo rurale all’Università di Udine) proporranno una lettura storica, giuridica e del possibile futuro delle vicende della Comunità Collinare.

Per l’occasione, due sale importanti della sede saranno dedicate ad altrettanti “padri fondatori” del Consorzio: Titta Metus e Giovanni Melchior. Inoltre, sarà pure inaugurata una Mostra fotografica che, dal bianco e nero al colore, ripercorre le tappe più significative di questa felice intuizione amministrativa collettiva, racchiuse in una settantina di immagini. Con l’idea di far conoscere al maggior numero possibile di cittadini questo ampio scampolo di storia condivisa, la Mostra, dal 13 gennaio, partirà per un tour tra le municipalità associate.

Share Button

Comments are closed.