15/01/2021

Parte del ricavato del libro andrà agli orfani di carabinieri periti nell’adempimento del dovere ma la motivazione principale del perchè è stato scritto, oltre al ringraziamento verso l’Arma, è per lanciasre un messaggio forte ai giovani:quello di credere in sè stessi senza farsi abbattare dalle dai primi muri, dalle prime difficoltà.
Questo ha voluto dire al giornalista del Messaggero Veneto, Renato D’Argenio, il comandante Alfa,uno dei fondatori del GIS, il Gruppo di intervento speciale dei Carabinieri, a Udine nei giorni scorsi per incontrare gli studenti di un Istituto scolastico. Una vita passata al servizio dell’Arma e ripercorsa in questo libro. Sul tema scottante del terrorismo, il comandante Alfa ha rassicurato sul grande impegno ed efficienza delle forze volte a contrastarlo. Per cui l’invito del comandante ai cittadini è quello di non rinunciare o modificare le abitudini di vita. Sarebbe uan vittoria consegnata nelle mani del terrore.

Share Button

Comments are closed.