21/10/2018

La Ciclovia Alpe Adria CAAR Radweg sarà inserita nel progetto europeo denominato “Itinerari ciclabili per la valorizzazione del patrimonio naturale e culturale – BIKE NAT”, nell’ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Interreg V A Italia-Austria 2014-2020.

Lo ha deciso la giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Infrastrutture e Territorio Mariagrazia Santoro.

Il progetto, d’intesa con i partner Land Carinzia, Land Salisburgo, PromoTurismoFVG, Consorzio di promozione del Tarvisiano e le rispettive agenzie turistiche carinziana e salisburghese, punta a migliorare l’accessibilità della Ciclovia Alpe Adria CAAR Radweg. Eliminando le barriere architettoniche e i punti critici presenti in un tratto in prossimità del Comune di Pontebba, mediante il riutilizzo dell’ex ferrovia Pontebbana.48f1223c0c593435a8be6775da738e1b_XL

Inoltre, verranno individuati i collegamenti con le ciclovie più importanti dell’area transfrontaliera, per una maggior fruibilità dei beni naturali e culturali presenti.

Sulla scorta dei risultati raggiunti con le esperienze progettuali transfrontaliere MI.CO.TRA e CAAR, che hanno rafforzato lo scambio treno-bici, verranno implementati i servizi
intermodali esistenti e avviati nuovi tipi di servizi bike-friendly a favore dei ciclisti.

Il costo complessivo stimato del progetto è di 1.555.000 euro, di cui euro 247.250 quale budget assegnato alla Regione FVG (per l’85% cofinanziati da fondi UE e per il restante 15% con fondi
statali). Si prevedono, inoltre, risorse aggiuntive proprie pari a 405.000 euro.

Share Button

Comments are closed.