16/12/2018

Anche quest’anno l’A.F.A.C. Associazione  Friulana Appassionati Carrozze, ha presentato il VI Concorso Internazionale Attacchi di Tradizione in Villa Manin a Codroipo (UD). Domenica 10 giugno si è realizzato il sogno di tantissime persone: vedere la villa, il parco e le strade del capoluogo del Medio Friuli occupate dalle meravigliose carrozze trainate da cavalli.

Come d’abitudine nei concorsi di attacchi, tradizione vuole che la locandina sia un soggetto artistico, un disegno di un autore famoso, un oggetto da collezione destinato alla storia  e per l’A.F.A.C. come di consuetudine,  non poteva mancare una locandina di grande pregio e qualità che suscita come sempre la rincorsa degli appassionati collezionisti.

Quest’anno è stata la volta di un pittore inglese famoso ad essere incorniciato, Charles Cooper Henderson 1803 – 1877. “The Hunting Morning” la mattina della caccia, una veduta dell’epoca d’oro dei cavalli che racconta per un attimo l’incrocio di un postale con un Phaeton adibito al trasporto dei visitatori della caccia e dei molti cavalli radunati all’evento, il tutto nella stupenda campagna inglese.

Come sempre nella più pura tradizione anche CIAT Villa Manin non si smentisce e si inserisce nel calendario dei più bei concorsi d’Europa. A Codroipo hanno partecipato equipaggi provenienti da tutto il continente, tutti con carrozze, cavalli e abbigliamento sbalorditivi.

Il sindaco di Codroipo Fabio Marchetti ha voluto ringraziare sia l’associazione AFAC, sia l’assessore Graziano Ganzit, che ogni anno mettono grande impegno nell’organizzazione della manifestazione che coinvolge tutta la città di Codroipo con un circuito esterno a Villa Manin per raggiungere il centro attraversando le strade principali. Una domenica dedicata alla meraviglia dei mezzi a trazione animale, assolutamente ecologici, che hanno regalato uno spettacolo da sogno medievale.

Il concorso di Villa Manin, ormai alla sesta edizione come internazionale CIAT, è stato il primo Concorso Internazionale di Tradizione svoltosi in Italia e sta crescendo ogni anno per numero d’iscritti provenienti da tutta Europa:  merito della accoglienza e della cordialità del comitato organizzatore e di tutto lo staff, oltre che della cura maniacale per il benessere di driver e cavalli, che qui a Codroipo possono contare sempre su una ottima scuderizzazione e su una gestione di logistica e accoglienza degna del livello internazionale.

Una struttura come Villa Manin merita manifestazioni simili e probabilmente anche di più, nel senso che potrebbero esserci carrozze a cavalli sempre disponibili per il trasporto di turisti e non solo, collegando la stazione di Codroipo, il parco delle Risorgive, il museo delle carrozze a San Martino di Codroipo e il parco della villa dogale.

Marco Mascioli

Share Button

Comments are closed.