25/05/2018

Questa è la Settimana Nazionale di Sensibilizzazione su Arresto Cardiaco e Morte Improvvisa. Con lo slogan “All’arresto cardiaco si può sopravvivere”, nell’arco della settimana Trieste organizza una serie di eventi informativi e formativi, promossi dalla Fondazione per il tuo Cuore HCF e dall’Universita’ degli Studi di Trieste con un articolato programma di eventi e incontri. Le malattie cardiovascolari sono un problema importante di salute pubblica del mondo occidentale e hanno spesso come prima manifestazione l’arresto cardiaco o morte cardiaca improvvisa. In Europa ogni anno oltre 400.000 persone sono colpite da arresto cardiaco, in Italia oltre 60.000 con un impatto sulla popolazione più giovane (inferiore ai 35 anni) di 6 casi ogni 100.000 abitanti all’anno. Tale evento è di per sé poco prevedibile, perché solo in minima parte ne sono colpite persone cardiopatiche note, mentre ben due terzi delle vittime sono persone apparentemente sane. Ne sono testimoni le morti in campo di giovani atleti. A un arresto cardiaco oggi si può sopravvivere, ma in generale esso è ancora gravato da una mortalita’ elevata: il 60% delle persone colpite muore prima di arrivare in ospedale. I motivi di questi numeri così pesanti non sono da attribuirsi necessariamente alla gravita’ delle malattie sottostanti, ma a una rianimazione tardiva: infatti il 70% degli arresti cardiaci avviene in presenza di qualcuno che potrebbe iniziare a rianimare, ma solo il 15% delle persone testimoni lo fa.

Share Button

Comments are closed.