17/11/2018

Conoscere i fiumi percorrendoli con la pagaia, per godere delle bellezze che offrono da un punto di vista privilegiato. Questa l’idea fondante della Kayakkata, formatasi come associazione solo quest’anno e affiliata alla Libertas provinciale di Pordenone.

Partiti per un’avventura tra amici nel 2015, in 13 si sono ritrovati a fare in kayak la discesa del Livenza da Portobuffolè fino a Caorle. Un totale di 76 km percorsi in un fine settimana.

L’esperienza ha lasciato il segno ed è stata ripetuta l’anno successivo, quasi raddoppiando il numero dei partecipanti.

Quest’anno, alla Kayakkata 2018 (4a edizione) svoltasi il 21 e 22 luglio, erano in 58 i temerari che hanno raccolto il guanto lanciato dalla neonata associazione. 35 kayak singoli, 9 doppi, 1 caorlina, una canoa e persino un pedalò hanno affollato le acque del Livenza.

Per quanto l’evento centrale sia rimasto praticamente invariato, la vita dell’associazione si è arricchita di numerose proposte durante tutto l’anno. Hanno infatti partecipato alla Vogalonga di Venezia, alla Regata di Gondole a Caorle, alla Sup Maraton di Lignano, più numerose discese in fiume e in laguna.

 

A giugno il presidente Giuliano Crosato ha superato l’esame ed è diventato tecnico di base per canoa e kayak e a ottobre ha completato la formazione qualificandosi Tecnico Sportivo,

Chiunque voglia partecipare il prossimo anno alla Kayakkata, può già iniziare a prendere lezioni e trovarsi preparato alle nuove entusiasmanti sfide della prossima stagione.

Per maggiori informazioni, contattare l’associazione sulla pagina Facebook La Kayakkata.

Share Button

Comments are closed.