26/05/2018

Accompagnato dal regista Marco Bonfanti, autore del magnifico L’ultimo pastore, sta per arrivare al Visionario di Udine e a Cinemazero di Pordenone uno dei più grandi protagonisti del cinema d’animazione: il leggendario Bruno Bozzetto! Chi non ricorda il suo Signor Rossi, icona dell’italiano medio? Chi non ricorda titoli ormai cult come West and Soda o Vip – Mio fratello superuomo?

Dopo gli applausi scroscianti all’ultimo Festival di Venezia, Bozzetto e Bonfanti presenteranno Bozzetto non troppo al pubblico di Udine (alle 20.00) e di Pordenone (al termine della proiezione delle 21.00) mercoledì 16 novembre.

Il film, che segna il debutto di Bozzetto di fronte alla macchina da presa, rivela cosa si nasconda dentro, dietro, prima, sotto, nelle tasche del mitico disegnatore milanese. Guidati dallo stesso Bozzetto, entreremo nella sua casa e nel suo studio. Ci farà conoscere la sua famiglia, i suoi animali, i suoi amici, i suoi collaboratori. Ci farà ammirare da vicino, ovviamente, il suo lavoro: titoli e personaggi memorabili, entrati a far parte dell’immaginario comune…

«I primi anni ‘50 – racconta Bozzetto – furono molto importanti, un momento favorevole. Svanita la paura della guerra si sentiva attorno un grande entusiasmo. Un po’ in tutti i settori c’era la voglia di ricominciare, di dare vita a qualcosa che non c’era prima. Noi, nei nostri studi, scoprivamo nuovi stili, nuovi disegni, e questo faceva aumentare la nostra voglia di credere in quello che stavamo facendo».

Un approccio che ha portato il papà del Signor Rossi davvero molto lontano, fino ad annoverare milioni di ammiratori in tutto il mondo (tra cui John Lasseter della Pixar), a collezionare premi su premi (tra cui un Orso d’Oro e una candidatura all’Oscar) e ad affiancare i sacri nomi di Miyazaki, Nick Park e Matt Groening nell’Olimpo dei cartoonist.

Share Button

Comments are closed.