17/08/2019

La sede del Banco Alimentare di Pasian di Prato in Friuli è stata visitata dall’assessore regionale alle Attività produttive che, prendendo atto del volume di lavoro e prodotti distribuiti, ha parlato del Banco come una delle  eccellenze del Friuli Venezia Giulia:quella legata alla solidarietà di un popolo pronto a sacrificarsi a vantaggio delle persone meno fortunate.

La rete del Banco Alimentare, attiva su tutto il territorio nazionale, nel solo 2018 ha distribuito circa 90 mila tonnellate di cibo, che è stato destinato a oltre 7.500 strutture e che ha pertanto prestato aiuto a circa 1,5 milioni di persone. Dati che, per quanto concerne il Friuli Venezia Giulia, ammontano a 2,9 tonnellate, di cui 593 di cibo fresco.

Gli alimenti provengono da eccedenze della produzione agricola, dell’industria alimentare e della grande distribuzione. Tra questi, i prodotti non commercializzabili per difetti estetici o di imballaggio, ma che comunque risultano perfettamente integri nelle loro proprietà e pertanto idonei a essere consumati.

Share Button

Comments are closed.